Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in La degustazione
di C.d.G.


(Benedetto Alessandro e Nino Aiello)

Focus sul Catarratto, vitigno autoctono siciliano, nell’ambito della masterclass condotta da Nino Aiello, giornalista di enogastronomia, a Camporeale Day, la manifestazione organizzata dalla Pro Loco di Camporeale, in provincia di Palermo, e giunta alla sesta edizione. 

La varietà viene raccontata attraverso il lavoro svolto da una delle cantine protagoniste del territorio, Alessandro di Camporeale. “Il Catarratto è un’uva che è stata per molto tempo sottovalutata – dice Nino Aiello – ma di forti potenzialità, ancora da valorizzare”. In anteprima la degustazione dello spumante metodo classico aziendale, per un’osservazione didattica, utile a scoprire quanto incide la sosta sui lieviti nel tempo, a distanza di un anno. Alla masterclass anche l’enologo della cantina Benedetto Alessandro. “La spumantizzazione del Catarratto – afferma l’enologo - ha il vantaggio della bassa percentuale di zuccheri dell’uva. Il rischio più grande è produrre vini “vecchio stile”, carichi o ambrati, per via della forte struttura e della forte presenza di polifenoli. Al contempo però gli stessi antiossidanti ti permettono un lungo affinamento in bottiglia. Altro elemento critico è il contesto in cui si coltiva il vitigno: la zona di produzione, per l’esperienza della cantina, è fondamentale. Il Catarratto va coltivato lontano dal mare e in alta collina per preservarne la freschezza”. 

In degustazione:

Anteprima spumante metodo classico Catarratto 2016. Complessità olfattiva al naso, ampiezza e buon sorso, con discreta acidità. Armonico al palato. Già pronto per entrare in commercio.

Anteprima spumante metodo classico Catarratto 2017. Naso ancora un po’ contratto. Ricco al sorso ma non ancora disteso e non ancora perfettamente in equilibrio olfattivo-gustativo.

Benedè Catarratto 2017. Al naso note agrumate, fiori gialli. Sorso fresco, spiccata acidità, buon corpo, buona persistenza.

Benedè Catarratto 2016. Naso fresco e suadente, ampio, con sentori agrumati e floreali e lievi note erbacee e speziate, pepe bianco. Sorso fresco, dovuto all’annata, snello, di buona persistenza

Catarratto Vigna di Mandranova 2017. Un cru di Catarratto, dalla vigna più antica. Solo uve Catarratto extra lucido. Si sfiorano i seicento metri sul livello del mare. L’annata è calda ma critica. Al naso sentori floreali e minerali, sorso fresco, buon corpo.

Catarratto Vigna di Mandranova 2016. Naso complesso ed elegante, note agrumate, floreali, pompelmo, cenni speziati, noce moscata, pepe bianco, zenzero. Sorso armonico, equilibrato. 

Catarratto Vigna Mandranova 2015. Affinato solo in acciaio. Al naso, complesso, sentori floreali, agrumati, speziati. Sorso verticale, snello, fresco. Piacevole beva.

C.d.G.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

GLI APPUNTAMENTI

LE RICETTE DEGLI CHEF

Maurizio Albarello
Trattoria Antica Torre
Barbaresco (Cn)

Stefano Mazzone

Grand Hotel Quisisana

Capri (Na)

2) Tortelli di cipolle al burro di acciughe e pecorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search