Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in La degustazione il 06 Novembre 2018
di C.d.G.


(Natale Giunta e Accursio Craparo)

di Federica Genovese, Taormina (Me)

Può la cucina essere luogo di unione per due personalità così diverse? 

Natale Giunta è un mattatore, estroso ed esuberante, e la sua dinamicità si traduce in ricette dai sapori decisi. Altro è Accursio Craparo, che ha conquistato la sua stella Michelin in una silenziosa tendenza alla perfezione, dove la malinconia è resa gioia in un boccone che ha il retrogusto di Sicilia. Sì, è stato possibile, ed ha avuto luogo nel ristorante Zefiro dell’hotel Nh Collection di Taormina, che da quest’anno è diretto egregiamente da Andrea Luca. L’estro creativo dello chef palermitano Giunta e l’arte culinaria di Craparo, hanno dato offerto un'esperienza culinaria di altissimo livello, dove le peculiarità di entrambi si sono alternate tra portate in perfetta simbiosi di gusto. L’abbinamento con le etichette della Cantina Russo, Mont pit de Blancs, Rampante Etna Bianco e Rampante Etna Rosato, ha sublimato il tripudio di colori, sapori e profumi.



Sorprendente sin da subito, ed indicativo per il prosieguo, il mix delicato ed equilibrato di un arancino di biete selvatiche e mozzarella di bufala, uno dei due stuzzichini con cui Accursio ha dato il suo benvenuto.



Più spinto nella sapidità, ma pur sempre con il garbo dello chef, il cannoncino croccante con prosciutto, provoletta e pomodoro.



Fa dunque il suo ingresso il padrone di casa, Natale Giunta con un piatto-tela dai colori dinamici. Oltre la bellezza, il tonno in salsa tonnata, con bottarga di tonno e sfere d’olio è perfetto nel dosaggio dei sapori ed impeccabile nella cottura.

Ed ancora Accursio, col suo “pane e cipolla”, commovente interpretazione di un cibo povero, che si arricchisce con sfumature d’autore di contrasti agrodolci. Cipolla in agrodolce con scaglie di pane alle spezie e formaggio fiore Sicano.



Il primo piatto è davvero una “Spremuta di Sicilia”, la dolcezza che caratterizzava il piatto precedente, è adesso quella vaga dell’arancia candita, ma smorzata dai molti ingredienti salati. Linguine di grano duro con acciuga, cipollotto, peperoncino, arancia candita, bottarga di tonno e finocchietto selvatico.



Osa Natale Giunta, con la triglia in crosta di grissini su tartare di melanzane, provola delle Madonie e acqua di pomodoro. Ed il successo è definitivo.

Sembra un uovo, ed in parte lo è, nel guscio che cela un biancomangiare di latte e ricotta con frutta e mandorla. E’ “l’uovo alla coque” con cui ci congeda Accursio Craparo, ancora in maniera composta e raffinata. Presentato tra l'altro in un cooking show a Taormina Gourmet



Tocca al colorato e misterioso “Viaggio in Oriente” del padrone di casa concludere la cena a quattro mani. Natale Giunta, portandoci dalla Sicilia verso est, presenta un connubio di spezie e odori orientali, un percorso fra l’India ed il Giappone; Vortice al the matcha con ganache al cioccolato bianco aromatizzata alla cannella, anice stellato, arancia e bacche di goji.

Visto l’esito, attendiamo la prossima data in cui i due Chef potranno deliziarci e stupirci ancora.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Antonio Zaccardi

Pashà Ristorante

Conversano (Ba)

3) Animelle, fagiolini e tartufo

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search