Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in La degustazione il 13 Dicembre 2017
di C.d.G.


(Marco Durastanti)

di Manuela Zanni, Palermo

Quando alla passione per il proprio lavoro si unisce quella per la propria terra, il risultato non può che essere spumeggiante come una birra, anzi due.

Già, perchè Birra Costanza fa il bis e, come una donna vanitosa, da bionda "si è fatta rossa". A meno di un anno dalla presentazione della bionda avvenuta lo scorso aprile, infatti, Marco Durastanti, l'eclettico proprietario di Villa Costanza, elegante locale alle pendici di Monte Pellegrino a Palermo, ne ha pensata un'altra delle sue. Si tratta di una birra amber ale che si affianca alla bionda preparata con le lumìe, limoni tipici di Altavilla e il frumento siciliano Perciasacchi bio e Tumminia bio di Molini del Ponte, malto d'orzo e luppoli. Una birra dal gusto fresco, in cui sono percepibili gli agrumi della Conca d’Oro e i grani lavorati da Filippo Drago, dalla schiuma compatta, fresca ed immediata al palato, coerente con la  filosofia del "Made in Sicily" tanto cara a Villa Costanza. Più intensa ed incisiva sicuramente la rossa secondogenita la cui ricetta è anch'essa realizzata con ingredienti provenienti da filiera corta come il grano antico Russello, le arance siciliane e il miele millefiori di ape nera sicula prodotto dall’apicoltore Claudio Meli. I suoi sentori agrumati ammorbiditi dalle note dolci del miele la rendono il perfetto accompagnamento delle pizze del ricco menù proposto da Villa Costanza, realizzate in "milleeungusto" tutte con ingredienti rigorosamente biologici e prevalentemente isolani e cotte nel forno a legna.

"Il desiderio di realizzare le nostre birre nasce dall’idea di voler mettere insieme pezzi importanti della filiera produttiva corta - spiega Marco - in modo da creare una piccola rete e arrivare al consumatore finale presentando un prodotto qualitativamente più genuino e commercialmente più etico. Il nome della birra oltre che un omaggio a Costanza Durastanti, mia sorella e socia, vuole esserlo anche alle due regine Costanza II di Sicilia e Costanza d’Altavilla che hanno dato grande contributo alla storia della Sicilia".

Le birre, entrambe realizzate dall'agronomo e mastro birraio Gaetano Bucaro e dal mastro birraio Francesco Tranchina di Kimiya beer, si trovano esclusivamente, almeno per il momento, sui tavoli di Villa Costanza e rappresentano l’impegno dei proprietari verso la valorizzazione delle eccellenze del territorio, lo stesso che si riscontra  nelle pietanze del ristorante e negli ingredienti delle pizze.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gaetano Torrente

Al Convento

Cetara (Sa)

3) Baccalà in olio cottura su salsa puttanesca  e crumble di alici

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search