Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Contributors

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano

Roberto Chifari

Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco

Annalucia Galeone
Federica Genovese

Clarissa Iraci

Francesca Landolina

Federico Latteri
Irene Marcianò

Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi

Clara Minissale

Fiammetta Parodi

Geraldine Pedrotti

Stefania Petrotta

Michele Pizzillo

Fabiola Pulieri
Enzo Raneri

Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita

Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione
eventi
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'anticipazione il 04 Marzo 2013
di C.d.G.


Jancis Robinson

Potrebbe uscire quest'anno o forse l'anno prossimo.

Ancora Andrea Franchetti, proprietario di Tenuta di Trinoro in Toscana e della cantina Passopisciaro sull'Etna, non ha preso una decisione riguardo al debutto del suo Cabernet Franc in purezza. Non si sa molto ancora su questo vino della Val d'Orcia, in azienda mantengono il riserbo. Sappiamo dal canto nostro che è un progetto inedito, dato che il suo noto Tenuta di Trinoro è ottenuto da un blend con Merlot e altre piccole percentuali di Cabernet Sauvignon e Petit Verdot. Lo si potrebbe considerare il coronamento di un sogno. Franchetti ha creduto in questo vitigno in tempi in cui nessuno ci avrebbe scommesso, e da vero pioniere ha voluto coltivarlo nel terra del Brunello di Montalcino. Da allora l'idea di vinificarlo, un giorno, in purezza non l'ha mai abbandonata. Ma da vero cultore e perfezionista, ha preferito attendere il momento giusto, facendo passare degli anni.


vigneto della cantina


In vigneto come in cantina, lui stesso si prende cura del vitigno, che è una selezione massale non proveniente da vivaisti ma da piccole maison di Bordeaux. Ne è diventato uno dei migliori interpreti, glielo ha riconosciuto anche una delle penne del vino più autorevoli, e Master of Wine, Jancis Robinson, citando il suo Cabernet Franc nell' enciclopedia dedicata ai vitigni di tutto il mondo, l'unico produttore che figura nell'opera. Tra l'altro, recentemente, in varie occasioni, la Robinson ha scritto cheil Cabernet Franc è uno dei più grandi vitigni ingiustamente snobbato, ed è anche quello su cui puntare per il futuro.

Adesso sembra che il momento per uscire sul mercato sia giunto, solo una piccola indecisione se fare passare ancora qualche mese. Intanto il nome del vino c'è: Magna Costa, un riferimento al fiume che attraversa la tenuta di Trinoro. L'annata è la 2011. Saranno in tutto tre mila le bottiglie.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Felice Sgarra

Casa Sgarra

Trani (Bt)

3) Melanzana con burrata d’andria e gelato al pomodoro

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search