Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'azienda
di Redazione

di Massimiliano Montes

L’incontro con il Micòl di Fausta Mansio è stato del tutto casuale. Durante un pomeriggio trascorso tra gli stand di una manifestazione enoica che vedeva come protagoniste le più note aziende vitivinicole siciliane, il mio sguardo fu attratto da un piccolo banchetto in un angolo.

Vino da agricoltura biologica” si leggeva su un manifesto promozionale che elencava la produzione di una piccola cantina siracusana. Incuriosito mi presentai ad una gentile persona di mezza età, con una barba canuta da Babbo Natale, che brevemente mi elencò i soli tre vini prodotti da quest’azienda. “Provi questo”, mi disse versandomi nel calice un bianco fresco di un colore giallo paglierino intenso. Accostandolo al naso socchiusi gli occhi e mi lasciai trasportare da intensi profumi di uva moscato, albicocca e nespole, pesca, gelsomino. A dispetto dell’impressione che dava il naso, al palato era secco. Di discreta acidità, fruttoso ed avvolgente. “E’ un moscato di Siracusa vinificato secco” mi disse Babbo Natale, che in seguito scoprii essere il distributore per Palermo di Fausta Mansio.
Il passo successivo fu inevitabile. Contattai il produttore e lo andai a trovare nelle campagne alle porte di Siracusa, in quella che è contemporaneamente la sua abitazione e la sua piccola azienda vitivinicola.
 Fausta Mansio è un'azienda a conduzione familiare che possiede circa 6 ettari di vigneti coltivati biologicamente nella Valle dell'Anapo, tra Siracusa e Floridia. Fausto Consiglio ed il figlio Olaf, enologo neolaureato, la gestiscono mantenendo la rotta tra tradizione e sperimentazione.


Fausto Consiglio


Olaf Consiglio

Un pomeriggio trascorso insieme, tra buone bevute e dissertazioni enoico-filosofiche, ha cementato una simpatia istintiva con Fausto e la sua famiglia. La calorosa accoglienza nella loro bella casa-azienda, la visita della cantina, che è poco più di un garage, la scoperta che il vino prende il nome dalla sorella di Olaf, Micòl.
Dicevamo che la conduzione aziendale è a cavallo tra tradizione e sperimentazione. Infatti, insieme ad un Moscato di Siracusa Doc tradizionale, dalle dolcezze moderate e non stucchevoli, Fausto ed Olaf producono questo Micòl che è frutto di una sperimentale assonanza di aromi e sapori. Perché il  Micòl non è un monovitigno in purezza. L’esperienza di varie annate ha indotto Fausto Consiglio ad assemblare al Moscato bianco (“a muscatedda” come viene chiamata in zona) un 20 per cento di Sauvignon blanc, nel tentativo di stemperare l’esuberanza fruttosa dell’autoctono. E l’esperimento sembra riuscito, anche perché il Sauvignon conferisce delle note fumé che ben si legano ai profumi ed agli aromi prorompenti della “muscatedda”.

Certamente il Micòl è un vino dai forti tratti aromatici, che si presta ad abbinamenti enogastronomici particolari e non sempre facili. E’ un vino che merita di essere bevuto con la dovuta calma e lentezza, per evitare di saturare naso e papille gustative, ma che sa regalare momenti di inebriante soddisfazione. Di lui colpisce principalmente il chiaro aroma di uva fresca: accostare il calice al naso ci trasporta all’istante davanti ad un grappolo di “muscatedda”, nonostante l’assemblaggio con un altro vitigno.
 Fausta Mansio è un’azienda in crescita, che promette molto. Forse non ha ancora trovato un suo definitivo assetto nella produzione vinicola, nel senso che le continue sperimentazioni hanno determinato fino ad ggi un profilo aromatico dei suoi vini ancora non costante e non definito. Se però i risultati sono quelli del Micòl, ben venga la sperimentazione. Noi amici bevitori staremo ad aspettare Fausto ed Olaf, sicuri che le nuove strategie familiari-aziendali ci daranno vini sempre più buoni e sempre più caratteristici e territoriali.
 

Azienda Agricola Fausta Mansio
di Olaf Consiglio
Via Nausicaa, 10 - 96100 Siracusa

www.faustamansio.it

Tel.  +39 0931 744508
Cell. +39 335 458000

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

GLI APPUNTAMENTI

LE RICETTE DEGLI CHEF

Maurizio Albarello
Trattoria Antica Torre
Barbaresco (Cn)

Stefano Mazzone

Grand Hotel Quisisana

Capri (Na)

2) Tortelli di cipolle al burro di acciughe e pecorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search