Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'iniziativa
di C.d.G.

La nostra iniziativa "A Palermo mangiare è cultura" varca i confini della città e raggiunge anche i comuni più o meno vicini al capoluogo. Siamo a Castelbuono, cuore del Parco delle Madonie. Qui si accavallano i sapori e i profumi del cibo e del vino con quelli dei profumi dei boschi del Parco.

In occasione dell’evento "Manna all’Occhiello" che si terrà giorno 11 marzo, inserito nel programma di "Mangia, bevi, ama!", Abbazia Santa Anastasia presenterà il piatto dedicato a Palermo, con una ricetta carica di aromi della macchia mediterranea e accompagnata dai vini biodinamici prodotti in Abbazia. “Filetto di maiale, vino passito e manna”.


(Antonio Bonadonna)

La storia del piatto creato dallo chef Antonio Bonadonna comincia con una selezione di carni pregiate e cotte al profumo di rosmarino, si completa con il sentore di Cinquegrani, vino passito Bio da uve Grecanico Dorato ma si distingue con un ingrediente esclusivo Castelbuonese, presidio Slow Food: la manna. Nel percorso di cottura questa verrà ridotta con il passito e aggiunta come granella per guarnire il piatto. 

La manna, linfa estratta dalla corteccia del frassino, fu scoperta nel X secolo dagli Arabi, che ne rivelarono le capacità curative e nutrizionali e ne permisero la sua successiva diffusione, sia in campo medico che in campo culinario. Il passito ridotto con la manna viene prodotto con un metodo di produzione antico che prevede un affinamento di tre anni in sole barrique di secondo passaggio dalle aromatiche e rinascimentali uve Grecanico. L’unione felice quindi di un prodotto esclusivo siciliano scoperto dalla dominazione araba e un vitigno di matrice greca. Nella giornata dell’11 marzo, con la partecipazione del frassinocultore e filosofo Giulio Gelardi, che spiegherà l’affascinante storia della manna, la ricetta si pone come celebrazione di una Sicilia che non è solo culla di ingredienti gustosi e ricchi di proprietà, ma di sua esclusiva provenienza e coltivazione. Sponsor della nostra iniziativa è Olio Barbera che ha deciso di presentare una speciale selezione di oli dedicata proprio a Palermo Capitale della Cultura 2018. 

Clarissa Iraci

Abbazia Santa Anastasia
contrada Santa Anastasia - Castelbuono (Pa)
091 672233

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

GLI APPUNTAMENTI

LE RICETTE DEGLI CHEF

Maurizio Albarello
Trattoria Antica Torre
Barbaresco (Cn)

Stefano Mazzone

Grand Hotel Quisisana

Capri (Na)

2) Tortelli di cipolle al burro di acciughe e pecorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search