Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'intervento il 04 Settembre2016


(Salvo Foti)

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

La Verticalità sull’Etna è un concetto fondamentale che tutti i veri viticoltori etnei ben conoscono e da sempre ricercano.
La Verticalità si evidenzia nell’allevamento della vite ad Alberello etneo. 
 
La vite per sua natura tende a crescere verso l’alto, in senso verticale. Si muove vero il cielo, sostenuta dal suo palo di castagno. 
La Verticalità è fondamentale nell’impianto del vigneto, che con l’aiuto delle terrazze, dei muretti a secco, risale le pendenze della Montagna. 
Le terrazze che costruiscono il paesaggio etneo hanno la fondamentale funzione di contenere le sabbie vulcaniche, suoli 
incoerenti, altrimenti destinati ad essere portati verso il basso dalle abbondanti acque piovane.
La Verticalità, cosi come per le foglie e i germogli della vite che tendono verso il cielo, si riscontra ed è ricercata dal viticoltore etneo, nello sviluppo radicale. 
 
Il viticoltore etneo svolge alcune operazioni colturali del vigneto in modo da costringere le radici a crescere verso il basso. 
 
Il fine è di spingere l’apparato radicale quando più in profondità nel terreno e raggiungere gli strati più profondi, più minerali. Lo scopo è mantenere la radice lontano dalla superfice, dove le condizioni climatiche esterne condizionerebbero negativamente la vita della pianta, e metterla in contatto con tutti gli strati del suolo etneo, che si contraddistingue per una maggiore variabilità in verticale che in orizzontale.
Il vero vigneto etneo, in armonia con il suo territorio e naturalmente integrato con il vulcano, si esprime in Verticale: vive e vegeta verso  l’alto (terrazze, apparato fogliare) e verso il basso (apparato radicale), in opposte direzioni ma complementari tra loro. 
 
Lo sviluppo in orizzontale del vigneto sull’Etna (distruzione delle terrazze per rendere piatto il terreno, impianto del vigneto a spalliera, allevamento della vite a cordone) è solo esigenza di forzatura della vite ai fini della meccanizzazione e della sola quantità produttiva.
 

Salvo Foti

 
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Massimo Quacquarelli

Ristorante Corteinfiore

Trani

2) Medaglioni di rombo con patata e cicoriella, funghi cardoncelli e pomodorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search