Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Contributors

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano

Roberto Chifari

Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco

Annalucia Galeone
Federica Genovese

Clarissa Iraci

Francesca Landolina

Federico Latteri
Irene Marcianò

Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi

Clara Minissale

Fiammetta Parodi

Geraldine Pedrotti

Stefania Petrotta

Michele Pizzillo

Fabiola Pulieri
Enzo Raneri

Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita

Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione
eventi
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'intervento il 08 Novembre 2019
di C.d.G.

"Luciano Pennisi mi ha fatto vivere un'esperienza unica: sul cratere dell'Etna al tramonto. Quello è il vero paradiso"


(Massimo Bottura - ph Vincenzo Ganci)

Intervistato da "How to Sicily", lo chef tristellato Massimo Bottura dell'Osteria Francescana ha parlato della Sicilia. 

"La Sicilia è un posto meraviglioso - ha detto Bottura - Atterri a Catania e sei circondato da aranceti. Ti sposti un po' e vedi i campi d'oro, di grano. Poi arrivi a Noto e ti fermi al Caffé Sicilia dove Corrado Assenza ti propone un menu degustazione quasi fosse un ristorante. Prenderei un aereo adesso solo per andarmi a mangiare quella granita ai gelsi neri selvatici". 

Poi lo chef prosegue: "Gente come Pino Cuttaia, Ciccio Sultano e Luciano Pennisi sono persone straordinarie, eroi, che vivono una realtà difficilissima, ma che lavorano e hanno a disposizione una materia prima incredibile che fa comprendere quanto fantastica sia quest'isola. A tutti dico di andare per rendersene conto in prima persona. L'ultima volta che sono andato, lo chef Ciccio Sultano mi ha letteralmente "sequestrato" e ho visto veramente poco. Ma mi è rimasta impressa l'esperienza che mi ha fatto vivere Luciano Pennisi, patron dello "Shalai" e della Macelleria con cucina "Dai Pennisi" a Linguaglossa in provincia di Catania. Insieme alle guardie forestali, mi ha portato sul bordo del cratere dell'Etna al tramonto. Io guardavo il tramonto con alle spalle il cratere che fumava e che aveva eruttato una settimana prima. Mia moglie, newyorkese che ama l'Italia alla follia, mi ha detto che quello dove eravamo era il vero paradiso. Ed era così: davanti avevo il paradiso e dietro l'inferno". 

"Ringrazio Massimo per le bellissime parole che ha avuto nei nostri confronti e che ci fanno onore - dice Luciano Pennisi - Tutti noi lavoriamo ogni giorno per fare innamorare i nostri ospiti della Sicilia. Lo facciamo con passione, serietà e dedizione. E' vero che viviamo una realtà difficile, ma è anche vero che ci stiamo impegnando, tutti, per rendere questo posto unico al mondo. Credo davvero che siamo sulla strada giusta".

C.d.G.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search