Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'intervento il 17 Settembre2018


(Oscar Farinetti - ph Vincenzo Ganci)

La chiusura domenicale dei negozi  sarebbe una decisione con conseguenze "apocalittiche". Non usa mezzi termini Oscar Farinetti, patron di Eataly, intervenuto a Circo Massimo su Radio Capital a proposito della proposta a cui sta pensando la maggioranza di governo.

"Sarebbe un grave errore - ha spiegato - perderemmo un sacco di posti di lavoro. I negozi fisici vanno tenuti aperti quando la gente ha tempo di venire. Altrimenti vincerà l'online. Ho parlato con i giovani che lavorano da Eataly, al 90% giudicano una follia chiudere i negozi alla domenica e sono pronti a lavorare, anche perchè si guadagna un pò di più, mi sembra il 30%". Per il ministro Di Maio la liberalizzazione sta distruggendo le famiglie: "Non la leggo questa roba. E le famiglie italiane non sono distrutte, bisogna smetterla con questi termini apocalittici. Secondo me si distruggono per altro, non per i negozi aperti di domenica", ha risposto farinetti. Che poi quantifica il danno che il provvedimento avrebbe per Eataly: "Se passasse la legge per le chiusure domenicali, noi resteremmo in gran parte aperti perchè facciamo ristorazione. Se ci tenessero comunque chiusi, perderemmo il 15% di fatturato, irrecuperabile, e diverse centinaia di posti di lavoro. Sarebbe un vero disastro. Invece i negozi online sono aperti 24 ore su 24, non pagano tasse sull'insegna o sui rifiuti, in gran parte sono stranieri e portano gli utili fuori dall'italia. Per il nostro paese chiudere i negozi di domenica sarebbe una cosa quasi apocalittica. Spero che ci ripensino. Ma credo che ci ripenseranno, come hanno già fatto con i vaccini...".

C.d.G.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search