Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 09 Aprile 2016
di C.d.G.

Prende il posto di Alberto Buratto che gestiva la cantina siciliana della famiglia Marzotto. A sua volta l'azienda fondata da Marco De Bartoli resterà nelle mani di Sebastiano e Giuseppina. 


(Alberto Buratto e Renato De Bartoli)

Cambio di guardia nella plancia di comando di Baglio di Pianetto, l'azienda siciliana della famiglia Marzotto. Alberto Buratto, amministratore delegato da una dozzina di anni lascia l'incarico. 

A prendere il suo posto è uno dei vignaioli siciliani più famosi, quel Renato De Bartoli che fino ad oggi, raccogliendo l'eredita del padre Marco, ha gestito una delle cantine-icona del bere siciliano e del Marsala. La notizia, un po' a sorpresa, segna così i destini di due aziende siciliane molto note. Il cambio di guardia avverrà ufficialmente il 29 aprile, il tempo necessario di adempiere ad alcune faccende burocratiche. Poi per la cantina di Santa Cristina Gela, alle porte di Palermo comincerà una nuova fase. L'arrivo di De Bartoli porterà ad altri avvicendamenti: il nuovo responsabile commerciale, per esempio, sarà Marco De Bartoli, cugino di Renato, con un'esperienza svolta alla Firriato, altro brand siciliano della famiglia Di Gaetano. L'enologo invece resta Marco Bernabei, toscano, da sei anni al lavoro a Pianetto che si avvale dell'aiuto del tecnico interno alla cantina Giuseppe Lo Iacono. La decisione di dare un cambio di passo è dello stesso conte Paolo Marzotto che da qualche tempo è affiancato nella gestione della cantina dalla nipote Ginevra Notarbartolo.

La commercializzazione delle 400 mila bottiglie prodotte è affidata in Italia (Sicilia esclusa) al gruppo Meregalli. Oggi la Baglio di Pianetto ha due siti produttivi, uno per l'appunto a Pianetto, contrada di Santa Cristina Gela, e l'altro a Noto con cantina autonoma. In totale oltre 100 ettari vitati. E per Renato De Bartoli, una vita spesa ad occuparsi del Marsala, sarà un addio, per l'appunto, al vino simbolo della sua storia familiare? "Mi piacciono le scommesse, avevo voglia di cambiare vita professionale. Mi sembra una bella opportunità e mi sono detto: perchè no? Tra l'altro - continua - nei primi anni dopo il Duemila ho gestito alcune vendemmie proprio per Baglio di Pianetto, azienda che quindi conosco bene". A Samperi, la frazione di Marsala dove De Bartoli ha la cantina, la gestione di tutto sarà affidata ai fratelli di Renato, ovvero Sebastiano e Giuseppina che si occuperanno di tutto assieme ad alcuni collaboratori.
 

C.d.G.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search