Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 25 Agosto2018


(ph Vincenzo Ganci)

Piogge record. Estate umida. Temporali, allagamenti, grandine. Agosto 2018 da dimenticare per i vigneti del Sud Italia. Ne parliamo con Attilio Scienza, grande esperto, attento ai fenomeni meteo da sempre e preoccupato per un clima sempre più estremo. 

"L'anno scorso - dice Scienza - estate asciuttissima, molto caldo, niente acqua. E il raccolto andò male. Quest'anno è anche peggio. Troppa pioggia, estate bagnatissima, vigneti inzuppati, temperature più basse della media. Difficile aspettarsi tanta pioggia. In Sicilia, Puglia e Calabria poi mi sembra che vada peggio che altrove. Nell'Isola ha piovuto tantissimo. Il trapanese e la Sicilia occidentale è la zona più a rischio. Ogni anno tra luglio ed agosto le giornate di scirocco danno un forte contributo a far maturare le uve e il grado zuccherino ne beneficia. Quest'anno nulla di tutto questo ed è incredibile. Praticamente non c'è stato scirocco, solo tanta umidità e molta peronospora già in primavera". Frasi confermate da qualche produttore che conferma basse gradazioni zuccherine, molti grappoli marci e quindi raccolto compromesso sia per quantità che per qualità. E qualcun altro lamenta le grandinate, soprattutto sull'Etna dove il maltempo si è abbattuto con insolita violenza.

A guardare i report meteo balzano agli occhi i giorni di pioggia ad agosto aumentati di dieci volte rispetto al 2017. E temperature medie più basse di uno o addirittura due gradi. Continua Scienza: "Penso anche al Nero d'Avola. È un'uva che teme molto la pioggia. La buccia sottile la espone all'acqua. Se il tempo non migliora subito saranno guai. Mentre se piove sull'Etna, quel territorio e il Nerello reagiscono meglio alle piogge. La situazione resta complicata, soprattutto per chi in questi giorni era già al momento della raccolta. È un altro segno di tropicalizzazione del clima che non si può più ignorare". E per stilare un report sull'annata 2018 bisognerà davvero aspettare. 

C.d.G.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Antonio Bufi

La Gattabuia

Matera

3) Barbabietola al cartoccio

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search