Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 18 Gennaio 2019
di C.d.G.


(Vincenzo Candiano, Pino Cuttaia e Ciccio Sultano, i tre chef bistellati della Sicilia)

Ah che brutto dover avere a che fare con i "leoni da tastiera". Gente che magari è abituata a mangiare nei fast food e per una sera che si ritrova in un ristorante ad alto livello si trasforma in un critico culinario cattivissimo e implacabile. 

Oggi, purtroppo, c'è anche lo strumento per sfogare la propria voglia di "farsi leggere": TripAdvisor è uno di questi. Dove tutti, anche non avendo mangiato in questo o quel ristorante, possono inserire una recensione. Il risultato? Classifiche improponibili con, a volte, casi in cui la gastronomia che vende il kebab (senza nulla togliere a questo prodotto), si ritrova davanti a ristoranti con tanto di stelle e con conti spesso anche a due zeri. Del caso del Sapio di Catania ve ne parliamo qui. Abbiamo ricercato tutti gli stellati della Sicilia (tre bistellati e 13 stellati) per scoprire che posizione occupano nella classifica dei ristoranti di TripAdvisor della loro città. Partiamo con La Madia a Licata dello Chef Pino Cuttaia. Lui si trova al secondo posto (su un totale di 56 ristoranti inseriti a Licata) superato da La Bottega Ristorante. Sempre in tema di bistellati, tocca a Ciccio Sultano e al suo Duomo di Ragusa Ibla: si trova alla posizione 7 di 295 ristoranti. Locanda Don Serafino, locale bistellato regno dello chef Vincenzo Candiano, invece è al posto numero 38. Va un po' meglio all'altro stellato di Ragusa, La Fenice dello chef Claudio Ruta: lui è al quinto posto. La cosa divertente è che a Ragusa, come miglior ristorante viene indicata una gastronomia.  

Un nuovo stellato è St. George by Heinz Beck con a capo della cucina lo chef Giovanni Solofra, lontanissimo dalla vetta: si trova alla posizione 38 su 222 ristoranti. Rimaniamo a Taormina. Il Principe Cerami dello chef Massimo Mantarro ha perso una stella, scendendo da due a una: su TripAdvisor è alla posizione 100 di 222. Poco meglio La Capinera, sempre a Taormina dello chef Pietro D'Agostino: in classifica è al 51esimo posto.

Nel palermitano va bene a Tony Lo Coco chef patron de I Pupi di Bagheria: è sul podio, al terzo posto su 103 ristoranti. Bene anche Patrizia Di Benedetto con il suo Bye Bye Blues di Mondello, frazione marinara di Palermo: posizione 2 di 42, ma di locali che si trovano solo a Mondello (al primo posto Badalamenti Cucina e Bottega). Se prendessimo in considerazione tutta la città di Palermo, il ristorante della Di Benedetto sarebbe lontanissimo dalla vetta. A Terrasini, sempre in provincia di Palermo c'è Il Bavaglino di Giuseppe Costa: si trova al numero 11 di 49 ristoranti, con davanti bar, pizzerie e un locale all'aperto. Due stellati si trovano nelle Isole Eolie: Il Signum a Malfa, nell'isola di Salina, con Martina Caruso a dirigere la cucina. E' alla posizione 6 su 14 locali. Davanti ha anche 3 bar. Posizione 7 su 33 ristoranti di Vulcano, invece, per il Therasia Resort con lo chef Giuseppe Biuso de Il Cappero: al primo posto c'è un locale che prepara pane ”cunzatu”, poi una gelateria e una trattoria. Spostiamoci nel catanese. Lo Shalai di Linguaglossa dello chef Giovanni Santoro, è al numero 3 su 29 ristoranti superato anche da una gastronomia cittadina. Mentre il Coria di Caltagirone con gli chef Domenico Colonnetta e Francesco Patti, si trova alla posizione numero 4 di 75. Chiudiamo con Accursio Craparo e il suo Accursio a Modica in provincia di Ragusa: è all'ottavo posto su 209 ristoranti della cittadina ragusana, superato perfino da due enoteche, una salumeria, una trattoria e un agriturismo. 

Il nostro consiglio? Lasciate perdere TripAdvisor.

G.V.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gaetano Torrente

Al Convento

Cetara (Sa)

3) Baccalà in olio cottura su salsa puttanesca  e crumble di alici

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search