Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 31 Luglio 2018
di C.d.G.


(I fondatori del consorzio)

di Michele Pizzillo

Potremmo segnalarli come l’avanguardia del Pizzocchero, le cinque aziende (Gastroval, Pastai in Valtellina, Pastificio di Chiavenna, Pastificio Valtellinese, Raviolificio Dei Cas) che hanno deciso di costituire il Consorzio di tutela dei Pizzoccheri della Valtellina Igp, prodotto che ha ottenuto il riconoscimento dell’Unione Europea nel 2016. 

Piatto della tradizione contadina (tagliatelle fatte con farina di grano saraceno e farina bianca), cucinato con ingredienti semplici offerti dalla terra (verza, patate, formaggio e burro), i Pizzoccheri della Valtellina, sono diventati un vero e proprio simbolo gastronomico del territorio lombardo della provincia di Sondrio che confina con la Svizzera. Attualmente di Pizzoccheri se ne vendono più di un milione e mezzo di chili in forma secca e 300 mila chilogrammi in pasta fresca, generando un notevole giro d’affari e assicurando l’impiego di centinaia di lavoratori. La costituzione del consorzio è ritenuto un traguardo importante sia per tutelare il pizzocchero, che pare essere apparso sulla tavola cinquecento anni fa, sia per promuovere una serie di iniziative finalizzate alla promozione di questo piatto che nel consumatore richiama subito la Valtellina. 

E’ stato un percorso lungo il traguardo raggiunto in questi giorni perché l’idea di creare un consorzio di tutela pare che risalga al 2002, con il coinvolgimento di tutti gli enti, le associazioni di categoria e gli attori del territorio, affinché questo simbolo della Valtellina potesse raggiungere un risultato da tutti ritenuto molto importante. Infatti, Fabio Moro, presidente del Comitato per la valorizzazione dei Pizzoccheri della Valtellina e principale promotore del consorzio, commenta: "Sono felicissimo di poter finalmente dare questa notizia ed esprimo il mio più sentito ringraziamento a tutti coloro che in questi anni si sono spesi per questa causa, a partire da Regione Lombardia, Camera di Commercio, la Provincia di Sondrio, il  Ministero delle Politiche Agricole e Forestali e ovviamente l’Unione Europea, fino a tutti gli attori del territorio che guidando e supportando il Comitato nel lungo e difficile percorso burocratico per l’ottenimento dell’Igp, vedono realizzato questo importante traguardo. Oggi inizia una sfida non meno impegnativa e significativa, ovvero la promozione dei Pizzoccheri della Valtellina Igp attraverso il Consorzio di Tutela che, mi auguro, accoglierà tutti i produttori. Al Consorzio spetterà infatti il compito di aderire, ed esserne allo stesso tempo garante, ad una filiera di qualità. Da domani, quindi, di nuovo tutti al lavoro”. 

Il Consorzio, socio del Distretto Agroalimentare, collaborerà con tutti gli altri consorzi di tutela per la promozione e valorizzazione dei prodotti tipici di qualità della provincia di Sondrio. Il presidente del Distretto, Franco Moro, congratulandosi con i produttori di Pizzoccheri della Valtellina che hanno dato vita al consorzio di tutela dopo il riconoscimento del marchio europeo Igp, ha assicurato che “il Distretto Agroalimentare di qualità della Valtellina collaborerà per la realizzazione di tutte le iniziative di comunicazione e promozione necessarie affinché questo prodotto, unito alle eccellenze della nostra provincia, possa trovare sempre maggiore notorietà".

Contestualmente alla nascita del Consorzio di tutela del Pizzocchero, il Consorzio di tutela della Bresaola della Valtellina, in occasione di “Taste The Alps”, percorso promozionale triennale 2018-2021 promosso dal Distretto Agroalimentare di Qualità della Valtellina "Valtellina che Gusto!", ha festeggiato i suoi vent’anni di attività. Fra l’altro, con un talk show finalizzato ad elogiare le qualità di questo salume tipico del territorio valtellinese che ha ormai conquistato il palato di consumatori di tutto il mondo. Tant’è vero che da  quando è in attività il Consorzio, i consumi sono aumentati del 45%, con una produzione che l’anno scorso ha raggiunto il traguardo di 13 mila tonnellate. In occasione dei festeggiamenti, Gianni Tarabini chef del ristorante “La Preséf” dell’Agriturismo La Florida di Mantello ubicato a poco più di 30 chilometri da Sondrio (unico agriturismo che si fregia della stella Michelin), ha presentato il suo panino gourmet realizzato con la bresaola e altri prodotti tipici della provincia di Sondrio come i formaggi Bitto dop, Valtellina Casera dop, Mele di Valtellina igp, e servito accompagnato dai vini doc Rosso di Valtellina, docg Valtellina Superiore e Sforzato di Valtellina e Alpi Retiche igp.  


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

1) Crocchetta di stoccafisso e crema di capperi

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search