Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Taormina Gourmet 2016
di C.d.G.

 

Graticciaia, l’etichetta più prestigiosa dell’azienda Agricole Vallone di Lecce, occupa un posto molto importante nella storia recente del vino pugliese. 

E’ tra i prodotti più apprezzati e conosciuti della regione e ha avuto nel corso degli anni numerosi riconoscimenti, mostrando la grande qualità che questo territorio può esprimere. Viene fatto con uve Negroamaro provenienti da vigneti ad alberello di oltre 80 anni di età della tenuta Iore. Dopo la raccolta le uve sono messe ad appassire su graticci di canne per circa 20 giorni. Si effettua una doppia selezione dei grappoli: la prima sulla pianta dove vengono scelte solo le migliori uve al momento della vendemmia, la seconda sui graticci dove vengono eliminati gli acini colpiti dalle muffe o che presentano altri difetti. La fermentazione, innescata da lieviti propri, è fatta con il controllo della temperatura e frequenti rimontaggi e ha una durata che può arrivare a 30 giorni. Dopo la malolattica che si svolge in acciaio, il vino si affina in serbatoi di cemento per un anno e successivamente matura in barrique usate per altri dodici mesi.

L’imbottigliamento avviene senza filtrazione e dopo un anno e mezzo circa di permanenza in vetro il vino è immesso in commercio. Il Graticciaia mostra sempre una grande ricchezza che però è coniugata ad un’ottima bevibilità grazie al perfetto equilibrio delle varie componenti, caratteristica comune ai grandi vini. Il residuo zuccherino non supera mai i 10 g/l. La verticale alla quale era presente Graziana Grassini, winemaker dell’azienda, è stata condotta da Luigi Salvo, delegato Ais di Palermo.
 
Di seguito l’elenco dei vini con alcune note di degustazione (la verticale è partita dall’annata più vecchia per evitare che l’esuberanza degli aromi dei vini giovani possa oscurare quelli dei vini successivi)
 
Graticciaia 1996
Granato intenso. Naso di confettura, erbe aromatiche, sottobosco, humus. In bocca è ricco, caratterizzato dalla dolcezza del frutto che però non diventa mai stucchevole. Buona lunghezza ed ottima evoluzione nel bicchiere.

Graticciaia 2005
Ha un profilo che si distingue per una nota balsamica ed un naso di frutta matura, tabacco e china. In bocca è equilibrato, lungo, con una piacevole nota minerale.

Graticciaia 2008
Profilo olfattivo caratterizzato da una prevalenza di cioccolato, arricchito da una una nota ematica. Bocca rotonda, morbida, lunga, forse un po’ meno complessa dei vini precedenti. 
 
Graticciaia 2010
Colore più intenso del precedente. Naso complesso con ribes, sentori agrumati ed una componente balsamica. Bocca piena, energica, di buona freschezza. Notevole la persistenza.
 
Graticciaia 2011
Rosso rubino con unghia porpora. Naso con un’evidente speziatura in cui il protagonista è il pepe nero, unita a frutta rossa e un po’ di legno ancora presente. Bocca scalpitante, potente, di grande lunghezza.

ALCUNE IMMAGINI DELLA DEGUSTAZIONE


(Graziana Grassini - ph Vincenzo Ganci)


(Luigi Salvo - ph Vincenzo Ganci)










 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

GLI APPUNTAMENTI

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gabriele Boffa

Locanda del Sant'Uffizio Enrico Bartolini

Cioccaro di Penango (At)

1) Asparago, seirass e tuorlo al curry

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search