Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Taormina Gourmet 2018 il 28 Ottobre 2018
di C.d.G.


(Riccardo Cotarella, Adua Villa e Marco Sciarrini)

Fare un giro d’Italia attraverso un bicchiere di vino è impossibile a meno che a guidarvi non sia Riccardo Cotarella.

Enologo di fama nazionale e internazionale, oggi segue molte aziende in diverse regioni del nostro Paese e all’estero. A Taormina Gourmet ha condotto una masterclass unica con tre etichette di aziende che rappresentano differenti aree geografiche: la Barbera d’Asti Pomorosso dal Piemonte; il Montiano, vino bandiera dell’azienda di famiglia, situata tra l’Umbria e il Lazio; il campano Montevetrano dell’omonima cantina. “Difficile dare un giudizio sulle annate - spiega Riccardo Cotarella - Molto incidono i cambiamenti climatici che possono influenzare le annate nel giro di pochi chilometri. Ecco quest’anno si è passato dal buono al molto buono da regione a regione”.

In degustazione

Barbera d’Asti Pomorosso 2015 – Coppo
Il più giovane dei vini in grado di lasciare il segno già in bocca e ad essere solleticate sono proprio le papille gustative. Un vino che nonostante la giovinezza non lascia indifferenti.

Barbera d’Asti Pomorosso 2008 – Coppo
Si sente la complessità dei profumi e la differenza d’età. Un esplosione di frutti rossi al naso.

Barbera d’Asti Pomorosso 2005 – Coppo
Molto più complesso, evoluto rispetto al 2008. Interessante al naso, intensi profumi di viola, mora e ciliegia, chiusura minerale di grafite

Barbera d’Asti Pomorosso 2000 – Coppo
Un’annata influenzata dal clima secco di quella stagione. Un vino più disarmonico rispetto agli altri ma strutturato e avvolgente in bocca.

Montiano 2015 – Famiglia Cotarella
Si tratta di un rosso fermo proveniente per il 100 percento da vitigni Merlot laziali, con denominazione IGT. Al naso compatto con piccole note di vaniglia, frutti rossi, confettura e spezie dolci.

Montiano 2011 – Famiglia Cotarella
Al palato appare molto più morbido delle annate precedenti, molto elegante nei sapori, di particolare godibilità e persistenza gustativa fino alla fine.

Montiano 2008 – Famiglia Cotarella
Al naso si fondono note di vaniglia e frutti rossi con note di lamponi su profumi balsamici e speziati.

Montevetrano 2016 – Montevetrano
Spigoloso e deciso come è di consuetudine l’Aglianico, di grande spessore. Colore rosso intenso. Al naso e in bocca ha caratteristiche differenti rispetto agli altri.

Montevetrano 2013 – Montevetrano
Annata caldissima. Pur avendo tre anni in più rispetto al precedente è molto più elegante.

Montevetrano 2009 – Montevetrano
Contrasto netto rispetto al 2013. In bocca vibrante e vivo.

Montevetrano 2008 – Montevetrano
Un vino deciso e riconoscibile per la sua struttura. Evoluto e in grado di sfruttare tutta la versatilità dell’Aglianico.

Roberto Chifari

ALCUNE IMMAGINI DELLA MASTERCLASS
 







 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Antonio Zaccardi

Pashà Ristorante

Conversano (Ba)

3) Animelle, fagiolini e tartufo

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search