Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Taormina Gourmet 2019 il 25 Settembre 2019
di C.d.G.


(Giovanni Catalano)

Tra i cooking show del Taormina Gourmet, non potevano mancare quelli sulla pasticceria. Il tema è sempre quello che quest’anno fa da filo conduttore a cooking show e cene: il rispetto. 

E di rispetto per la diversità è intriso il piatto che Giovanni Catalano, pastry chef da oltre trent’anni della Pasticceria “Oscar 1965” di Palermo, mostrerà lunedì 28 ottobre alle 11. Il nome del piatto, “La mia terra aperta”, è già indicativo. “L’idea di base che ne ispira la creazione – spiega Catalano – è l’incontro culturale, il rispetto della diversità che può essere inclusa per regalare ricchezza di gusto, di sapori, di emozioni. Palermo stessa, città di origine, è la città dell’accoglienza, dell’inclusione, figlia delle diverse etnie che la attraversano. Questo dolce, dunque, unisce ingredienti della terra siciliana con materie prime di altre terre lontane”.

Presidente dell’associazione Atrapos, che raccoglie i più grandi pasticceri siciliani, la passione di Giovanni Catalano per la pasticceria nasce tra i banchi della scuola alberghiera e continua sino ad oggi, alternando la frequenza all'insegnamento in corsi di alta formazione del settore. Ha curato con orgoglio il progetto di inclusione sociale "Cotti in fragranza" guidando il laboratorio di pasticceria dell'istituto penale per i minorenni Malaspina di Palermo. Attualmente è impegnato con corsi formativi per i detenuti dei due istituti penitenziari di Palermo. Tra i suoi must, la pistacchiotta, la Devil, i profiteroles e altri dolci che valorizzano e reinventano, con leggerezza, la tradizione siciliana. Il suo cooking show sarà dunque presentato lunedì 28 ottobre alle ore 11 presso la sala ristorante dell’Hotel Villa Diodoro di Taormina. Il cooking show sarà realizzato in collaborazione con Amaro Amara, Zanussi, Acqua Mangiatorella, l’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Salvatore Pugliatti” di Taormina e il Dipartimento Pesca dell'assessorato siciliano all'agricoltura e alla pesca.

Il biglietto costa 10 euro e può essere acquistato cliccando su questo link. Posti limitati.

C.d.G.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

4) Crema catalana al cedro e liquirizia, fonduta di provolone del Monaco e noci

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search