Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Vinitaly 2018 il 15 Aprile2018

"Il mercato del lavoro in viticoltura, criticità e sviluppi, influenza della manodopera sulla qualità del prodotto finale" è il tema del convegno organizzato da Mipaaf.

“L'appuntamento nasce dall'esigenza di fotografare un momento che guarda oltre la bottiglia del vino e concerne tutto ciò che c'è fuori. E' una fase a volte sottovalutata dal consumatore finale. Ciò che avviene durante l'anno e tutti i sacrifici fatti è la materia prima", ha sottolineato Marco Sciarrini - Coordinatore Politiche del Lavoro nel mercato agricolo Mipaaf. L'analisi a tutto tondo mira ad analizzare le varie sfaccettature della formazione nel lavoro in agricoltura e in particolare l'attività stagionale degli immigrati. In Europa i rumeni e i bulgari hanno maggior attinenza al lavoro con la vite, nei paesi extraeuropei il Cile, l'Argentina e la Nuova Zelanda. L'occasione è stata una opportunità per gli imprenditori ad esempio per sapere dove cercare la manodopera specializzata tra i migranti regolari che svolgono un ruolo importante nel nostro paese. Avere un quadro generale è per le aziende medio piccole del comparto che non hanno i mezzi economici una risorsa importante. Chiusa la stagione il lavoratore stagionale diventa un lavoratore in nero. Qual è l'incidenza del lavoro degli stranieri sul made in Italy? Per rispondere a queste domande ed avere un quadro del settore a tutte le aziende che partecipano al Vinitaly il Ministero somministrerà un questionario. Le risposte saranno successivamente analizzate.

Annalucia Galeone

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Paolo Barrale

Aria Restaurant

Napoli

4) Vino e percoche

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search