Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Dove dormo
di C.d.G.

di Francesco Pensovecchio

Si può costruire un castello per corrispondenza? Sembra strano, ma è successo.

È il Castello di Guarene, una raffinata dimora storica con spazio museale, da poco anche raffinato hotel. La storia del castello, su una rocca a pochi minuti da Alba in provincia di Cuneo, inizia nel medioevo. Da semplice fortilizio verrà trasformato in residenza estiva da Carlo Giacinto Roero di Guarene, Conte di Roero. La trasformazione inizia nel 1726, il conte – un architetto dilettante ma sicuramente istruito – desiderava una dimora sontuosa circondata da giardini. Coinvolse, da allievo e amico, Filippo Juvarra, architetto e scenografo di Messina, uno dei massimi esponenti del Barocco che lavorò lungamente a Torino come architetto di casa Savoia e commissionandogli la facciata.
 


 

Per il resto fece da sé. Durante la costruzione, tra il 1726 e il 1749, soprattutto nei mesi invernali quando non poteva presenziare, impartiva per lettera da Torino quotidiane e minuziose istruzioni al capo-mastro che sovrintendeva al cantiere. Il conte non sopravvisse al completamento, fu terminato dopo il 1770 grazie ai figli Traiano e Teodoro. Il risultato fu talmente suggestivo che lo volle visitare perfino re Vittorio Amedeo III insieme alla regina.
 


 

Oggi il castello è un museo e un hotel di lusso con otto grandi camere da letto, tra cui due grandi suite, che prendono nome dai personaggi storici del castello. Lo stile è quello dell’epoca con pezzi di antiquariato autentico, stanze affrescate, tappezzeria in seta e velluto, tutto nel massimo comfort. Non manca infatti la domotica, i televisori a led, wifi, SPA con Hammam e centro benessere, oltre un ristorante gourmet con cucina piemontese.

Tra gli ambienti perfettamente mantenuti e restaurati, visitabili in un tour di 40 minuti, ci sono tre camere da letto con baldacchini originali, il Salone d’Onore, la Stanza del Vescovo, la Camera Azzurra del conte, due sale cinesi festosamente ricoperte di carte alla China, la sala della musica, la biblioteca, una pinacoteca, una cappella dedicata alla Madonna, cassepanche intagliate del secolo XVII e mobilia Luigi XVI.
 


 

Davvero notevole la vista intorno all’edificio, la lunga balconata si affaccia da un lato sull’intera arcata di vigneti, torri e colline riconosciute come Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, dal Monferrato a Verduno; mentre dal lato oppsoto si notano le alture del Roero e la catena alpina.

Le tariffe variano da 350 a 2.500 euro a camera a notte.

 

 

Castello di Guarene

Via Alessandro Roero, 2

12050 Guarene (CN)

Tel: 0173 441332

Fax: 0173 228449

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

http://www.castellodiguarene.com


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

GLI APPUNTAMENTI

LE RICETTE DEGLI CHEF

Maurizio Albarello
Trattoria Antica Torre
Barbaresco (Cn)

Stefano Mazzone

Grand Hotel Quisisana

Capri (Na)

2) Tortelli di cipolle al burro di acciughe e pecorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search