Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Dove mangio il 22 Agosto 2019
di C.d.G.

Il ristorante annesso all’omonimo hotel punta su una nuova sistemazione dei tavoli che godono della brezza marina. Il resto, lo fa con sapienza immutata, lo chef Rosario Siragusa e i suoi piatti succulenti


(Rosario Siragusa, lo chef de La Battigia)

In quanti posti è possibile mangiare tra Palermo e Trapani a pochi metri dal mare e godere della brezza e delle onde che diventano un piacevole sottofondo?

Tra i due capoluoghi saranno più o meno 150 chilometri di costa. I locali sul mare, cioè a pochissimi metri dall’acqua, si contano, purtroppo, sulle dita delle mani. Una nuova sistemazione dei tavoli con il mare che sembra toccarlo con le mani si sta rivelando vincente a La Battiglia, il ristorante annesso all’omonimo hotel di Alcamo Marina. La giusta luce sui tavoli, la brezza che rende piacevole la sosta anche nelle giornate più afose, la seduta comoda, rendono questo posto uno di quelli da non perdere in questi giorni. Il resto, lo fa con sapienza immutata, il giovane chef de La Battigia, Rosario Siragusa. Palermitano, poco più che trentenne, da sempre a La Battigia, è ormai una solida certezza. Piatti ben centrati, niente fronzoli, contrasti ben dosati, si gioca tra la semplicità e la creatività, beneficiando di una materia prima fuori discussione.

La cosa più divertente è infatti la possibilità di poter scegliere un piatto semplice e difficile come potrebbero essere gli spaghetti ai ricci di mare. E un piatto più complesso e sempre non facile come il dentice gratinato al limone su una vellutata di patata allo zafferano. Materia prima, esperienza, un pizzico di creatività. E la bellezza del luogo. Di Rosario Siragusa, non è un caso, ne abbiamo parlato qui e qui. Segnalando sempre la sua evoluzione. La clientela è varia, come in questi casi in cui c’è un hotel di mezzo. Molti stranieri, non mancano gli italiani e poi i locali che tornano sempre. Aperto a cena. Ma anche a pranzo. Il mare è fruibile grazie ad una spiaggia attrezzata, ma c’è anche la piscina. Tutto questo nella stagione calda. Ma La Battigia è un ristorante che funziona tutto l’anno. Altamente consigliato per chi ama il pesce anche d’inverno che, come sanno bene gli addetti ai lavori, è il momento dell’anno in cui ci si può divertire con pesci e crostacei più di altre stagioni per la ricchezza dell’offerta del pescato. 

La partenza è divertente con l’ostrica gratinata su un letto di passata di cavolo cappuccio viola. Il crudo non può mancare. Ed ecco il sapido Gran Piatto con carpaccio di tonno, scampo, gambero rosso di Mazara e spigola: freschezza assoluta. C’è l’antipasto caldo con la polpetta di tonno, l’insalata di polpo e patate e la caponata bianca di ricciola che a noi sembra il più scontato ma che è molto apprezzato dagli stranieri, i quali  in tre assaggi fanno il Bignami della cucina siciliana di mare. Chapeau per le linguine di Gragnano con crema di scampi e bottarga di tonno. Contrasto ed equilibrio in un sol boccone, il piatto più buono per il nostro giudizio. Vale la tappa. Ed ancora il succulento trancio di dentice gratinato al limone su vellutata di patata allo zafferano. Il filo conduttore dell’acidità del limone e la dolcezza della patata lo rendono molto intrigante. Sui dolci si spazia senza limiti. Qui c’è solo la citazione del cremoso e mai stucchevole tiramisù al pistacchio di Bronte. Ma c’è davvero da sbizzarrirsi. Chi ama i dolci avrà l’imbarazzo della scelta. E alla fine il mare non si sarà stancato di concedervi un po’ di brezza. Molto gradita in queste calde giornate. E poi non spunta neanche nel conto...

F. C.


(Ostrica gratinata)


(Gran piatto di crudo)


(Polpetta di tonno, l’insalata di polpo e patate e la caponata bianca di ricciola)


(Linguine con crema di scampi e bottarga di tonno)


(Dentice gratinato al limone)


(Tiramisù al pistacchio)

La Battigia
Via Lungomare La Battigia - Alcamo Marina (Tp)
T. 0924/597259
www.labattigia.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Chiuso: mai
Ferie: mai
Carte di credito: tutte
Posteggio: sì


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Ciro Scamardella

Pipero

Roma

1) Raviolo di cavolfiore, vaniglia e capasanta

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search