Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Dove mangio il 11 Luglio 2014
di C.d.G.

Buon gusto e divertimento, identità e provocazione. In un solo colpo.

C'è tutto questo nella Stigliola di Tonno di Tony Coco de I Pupi di Bagheria, in provincia di Palermo. Uno dei nostri piatti dell'anno (ne proclameremo altri nei prossimi giorni) che vogliamo raccontare e suggerire ai nostri lettori curiosi e golosi. Intanto il nome. Stigliola o stigghiola, poco importa. È quinto quarto e cibo di strada insieme.

Difficile far rinunciare a un palermitano il piacere di questo sottile budello insaporito con prezzemolo e scalogno e cotto - passaggio essenziale - alla brace col fumo della carbonella che lo avvolge. Già a scriverne sembra quasi che ne sentiamo l'odore. Dunque la Stigliola di Tonno di Tony Lo Coco de I Pupi di Bagheria gioca con tutto questo. Quando arriva il piatto sulla vostra tavola sembra di sentire il profumo dei banchetti per strada, poi guardando il piatto e soprattutto assaggiando senti qualcosa di simile ma fino a un certo punto. Perchè sotto i denti senti la consistenza del tonno e il profumo e il sapore dello scalogno misto al prezzemolo. Si gioca, si provoca, si stuzzica la nostra memoria.

"L'idea - racconta Tony, cresciuto molto in quest ultimi tempi e da noi premiato col Best in Sicily nel 2012 come miglior ristorante - era quella di riproporre qualcosa che ci lega al cibo in modo forte e diretto. Ma non potevo riproporre il budello di capretto e l'uso del lardo come si fa a Bagheria. Volevo che diventasse divertimento e rincorsa al sapore. Perchè quello che dà veramente gusto alla stigliola è lo scalogno, il prezzemolo e l'affumicatura della carbonella. Il resto conta meno. E allora nel mio piatto c'è tutto questo e tutto questo avvolge il tonno al posto del lardo, cubetti di ventresca o altre parti nobili, e al posto delle budella di capretto c'è la seppia cotta due ore e mezza a 54 gradi in modo da poterla battere e affettare". E così Tony stupisce il palermitano e provoca i turisti. Perchè l'effetto visivo ti disorienta. Ma attenti, il sapore c'è tutto. E il risultato è efficace e succulento. Bravo Tony.

F.C.
 

foto: Salvo Mancuso


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

4) Crema catalana al cedro e liquirizia, fonduta di provolone del Monaco e noci

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search