Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi

Andrea Camaschella

Marina V. Carrera

Sofia Catalano

Roberto Chifari

Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco

Annalucia Galeone

Federica Genovese

Clarissa Iraci

Francesca Landolina

Federico Latteri

Irene Marcianò

Bianca Mazzinghi

Alessandra Meldolesi

Clara Minissale

Fiammetta Parodi

Geraldine Pedrotti

Stefania Petrotta

Michele Pizzillo

Fabiola Pulieri

Enzo Raneri

Mauro Ricci

Emanuele Scarci

Marco Sciarrini

Sara Spanò

Giorgia Tabbita

Fosca Tortorelli

Maristella Vita

Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il vino della settimana il 14 Dicembre 2019
di C.d.G.

Breganze Doc

di Federico Latteri

Ci troviamo ai piedi dell'altopiano di Asiago, nel comune di Bassano del Grappa, all'interno dell'area della Doc Breganze. 

Si tratta di un territorio collinare caratterizzato da suoli di natura vulcanica, un microclima particolare e esposizioni molto favorevoli per la vite. Contrà Soarda è una cantina fondata nel 2000 da Mirco e Gloria Gottardi, eredi di una tradizione enogastronomica che affonda le sue radici agli inizi del '900. Le attività aziendali vedono oggi anche la partecipazione dei figli Eleonora e Marcello per una gestione che è totalmente familiare.


(La famiglia Gottardi)

La filosofia produttiva si fonda su una viticoltura autentica, basata sul massimo rispetto per l'ambiente. Le pratiche agricole vengono svolte secondo i principi dell'agricoltura biologica con uno sguardo rivolto verso alcune metodologie biodinamiche. Nei 19 ettari di vigneti di proprietà vengono coltivati sia vitigni autoctoni che varietà internazionali.


(La cantina)

Interessantissima la cantina costruita all'interno della collina e progettata in bioarchitettura dall'architetto Henry Zilio che si è ispirato alle forme di Antoni Gaudì e Eladio Dieste, soprattutto per la realizzazione della barricaia il cui tetto è formato da volte a doppia curvatura che creano un effetto molto particolare.


(La barricaia)

All'interno della proprietà si trova anche il ristorante Pulierin, un posto molto curato dove è possibile degustare i prodotti del territorio declinati in vari piatti. La produzione annua si attesta intorno alle 90 mila bottiglie. Diverse le etichette per una gamma che comprende bianchi, rossi, spumanti e il vino dolce tipico di questa zona, il Torcolato.

Ci è piaciuto molto il Breganze Doc Vespaiolo Vignasilan 2015, un bianco di grande qualità nel quale la notevole ricchezza aromatica è ben bilanciata dalle altre componenti in un insieme armonico, piacevole e appagante. Le uve, Vespaiola cento per cento, provengono da vigneti situati ad altitudini comprese tra 150 e 300 metri sul livello del mare. La densità d'impianto è di circa 4 mila e 500 ceppi per ettaro e le rese sono inferiori a 1 chilo e mezzo per pianta. La vendemmia viene eseguita manualmente, scegliendo accuratamente i grappoli che vengono trasportati velocemente in cantina, dove vanno incontro ad una seconda selezione prima di essere avviati ai processi di vinificazione. Diraspatura e pressatura soffice sono seguite dalla fermentazione alcolica che si svolge in serbatoi di acciaio inox per più di 60 giorni ad una temperatura controllata di circa 15 gradi centigradi, con quotidiani rimescolamenti delle fecce fini. L'affinamento prevede un anno di permanenza in acciaio e più di due in bottiglia.

Il Vignasilan si presenta limpido, brillante, di colore giallo paglierino tendente al dorato. E' intenso e complesso all'olfatto con profumi di pesca gialla, albicocca, note agrumate, fiori di campo, un cenno di marzapane e fini sentori di pepe bianco. Ogni volta che si avvicina il naso al calice si ha l'impressione di cogliere qualcosa di nuovo. Il sorso è pieno, ben strutturato e dotato di ottima consistenza gustativa, ma anche articolato grazie ad una buona acidità e a una sapidità che lo snelliscono dandogli un profilo più dinamico. Lunga la persistenza. E' un prodotto completo che andrà avanti nel tempo, evolvendo per diversi anni. Può essere abbinato a preparazioni elaborate della cucina di mare, pesce di lago, antipasti ricchi e primi piatti di vario genere. Da provare anche con carni bianche e formaggi freschi.

Rubrica a cura di Salvo Giusino  

Vignaioli Contrà Soarda
Strada Soarda, 26 - San Michele di Bassano del Grappa (Vi)
T. +39  0424 505562
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.contrasoarda.it

IL VINO IN PILLOLE
           


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Felice Sgarra

Casa Sgarra

Trani (Bt)

3) Melanzana con burrata d’andria e gelato al pomodoro

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search