Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Contributors

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano

Roberto Chifari

Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco

Annalucia Galeone
Federica Genovese

Clarissa Iraci

Francesca Landolina

Federico Latteri
Irene Marcianò

Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi

Clara Minissale

Fiammetta Parodi

Geraldine Pedrotti

Stefania Petrotta

Michele Pizzillo

Fabiola Pulieri
Enzo Raneri

Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita

Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione
eventi
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il vino della settimana il 12 Agosto 2017
di C.d.G.

di Federico Latteri

Terra Costantino si trova nel territorio di Viagrande, in contrada Blandano, nel versante sud est dell’Etna. Qui si può ammirare uno splendido panorama con il mar Ionio di fronte, tutt’intorno la verde campagna etnea con vari rilievi derivanti da coni eruttivi secondari spenti e il Vulcano alle spalle. 

E’ una zona situata ad un’altitudine che va da 450 a 550 metri sul livello del mare con un clima molto particolare caratterizzato da un gran numero di ore di sole l’anno, ma anche da temperature più rigide tipiche dell’alta collina. Ciò fa sì che ci siano sempre notevoli escursioni termiche tra il giorno e la notte. Inoltre è presente l’influsso delle brezze marine provenienti dalla vicina costa. Tutto questo, unito alla particolarità dei suoli di natura vulcanica, dà vini di grande carattere, unici e originali. L’azienda nasce dalla volontà di Dino Costantino e del figlio Fabio di produrre vini di alta qualità dalla proprietà di famiglia per esprimere nel migliore dei modi le potenzialità di un grande terroir nel quale entrambi credono moltissimo. Per raggiungere questi risultati niente è stato lasciato al caso, i vigneti sono curati nei minimi dettagli con il massimo rispetto dell’ambiente.


(Dino e Fabio Costantino)

La produzione è biologica certificata. Osservando la tenuta si rimane molto colpiti dal gran numero di specie vegetali presenti, tantissime piante e alberi che crescono attorno ai vigneti creando un insieme armonico, testimone della bellezza e della forza della natura. La nuova cantina è stata costruita in modo da integrarsi perfettamente con il paesaggio circostante e, nello stesso tempo, avere la funzionalità che occorre. Si tratta di un progetto pensato e studiato in ogni particolare da Fabio che ha trasferito qui la sua esperienza nel settore dell’edilizia e la sua passione per il mondo del vino.


(La tenuta)

Per quanto riguarda la parte enologica è di fondamentale importanza la collaborazione di Luca D’Attoma. La superficie vitata si estende per circa 10 ettari, coltivati con varietà autoctone, sia a bacca bianca che a bacca rossa. Sono 20 mila le bottiglie prodotte e cinque le etichette che costituiscono la gamma aziendale: tre Etna Doc, un bianco, un rosso e un rosato, denominati De Aetna e i due vini di punta, l’Etna bianco Doc Contrada Blandano e l’Etna rosso Doc Contrada Blandano.


(I vigneti)

Ottimo l’Etna bianco Doc De Aetna 2015, una bottiglia che riesce a coniugare la freschezza della montagna con la ricchezza data dall’irradiazione solare e la mineralità vulcanica, fornendo una rappresentazione fedele del territorio da cui proviene. Fatto con uve Carricante per l’80 % più un 15 % di Catarratto e un 5 % di Minnella, provenienti da un vigneto di 15 anni di età e raccolte a mano, viene vinificato e affinato in acciaio. Interessante la retroetichetta, piena di informazioni molto dettagliate.

Il colore è un bel giallo paglierino carico tendente al dorato. All’olfatto è intenso, fine e variegato con note floreali, pera matura, erbette aromatiche e una punta di mandorla. Segue un sorso pieno, completo, dotato di buona acidità, struttura, ottima corrispondenza con l’olfatto, sapidità e persistenza. E’ un vino equilibrato e ben articolato nel quale la componente minerale ha un ruolo fondamentale nell’aumentare la bevibilità e la piacevolezza. Può essere abbinato a numerosi piatti, sia della cucina di mare che di terra. Accompagna bene preparazioni a base di pesce, anche un po’ elaborate, zuppe con crostacei e frutti di mare, ricette tradizionali siciliane a base di ortaggi, salumi e formaggi freschi. Perfetto con le pietanze nelle quali è protagonista il pistacchio di Bronte. Viene venduto in enoteca al prezzo di 18 euro.

Rubrica a cura di Salvo Giusino

Terra Costantino
Via Garibaldi, 417
95029 Viagrande (Ct)
+39  095 434288
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.terracostantino.it


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search