Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il vino della settimana il 02 Febbraio 2013
di Redazione

Sangiovese al 90%.

Del Chianti, il vino italiano sicuramente più noto nel mondo nonché quello purtroppo più imitato e copiato all'estero abbiano già scritto per cui se ancora non avete conoscenza delle varie denominazioni vi invitiamo a  leggere questa pagina.
 
Aggiungiamo che recentemente proprio per la denominazione Chianti Classico sono state approvate alcune modifiche al disciplinare del Consorzio e potete averne notizia cliccando qui.

Ora basta cliccare e parliamo dell'azienda Tenuta di Lilliano-Ruspoli che ricade nel comune di Castellina in Chianti. Come molti borghi e città toscane le sue origini risalgono al Medio Evo ed era un borgo fortificato perchè a quel tempo, non esistendo la televisione, la gente passava il suo tempo guerreggiando. Fortificazioni spesso inutili, infatti subì assedi e distruzioni anche a causa della sua collocazione a metà strada tra Siena e Firenze, che suonandosele di santa ragione, lo scelsero come frequente teatro delle loro dispute. Così del suo aspetto medievale è rimasto poco, assumendo le sembianze di un borgo ottocentesco. Dai Marchesi di Toscana, originari proprietari, e dopo diversi passaggi di possidenza la tenuta nel 1920 divenne patrimonio della famiglia Ruspoli Berlinghieri che già nel 1958 iniziarono ad imbottigliare e vendere il vino. Oggi è una tenuta di 460 ha di cui 50 vitati , 130 di boschi e una struttura agrituristica, una produzione complessiva di circa 2.000 hl di Chianti e 200 di IGT. L'azienda è diretta da Giulio Ruspoli, proprietario assieme al fratello Pietro.
 
Concentriamoci sul vino in degustazione dell'annata 2009 che è una riserva, quindi con invecchiamento minimo di 24 mesi. Alla vendemmia il Sangiovese è scelto nei grappoli migliori e subisce: diraspatura, pigiatura soffice, macerazione di almeno 20 giorni a temperature tra i 26° e i 30° con lieviti selezionati. Malolattica in vasche vetrificate e poi in botti grandi di Allier per due anni cui seguono 6 mesi in bottiglia. L'enologo è Lorenzo Landi.

Alla degustazione si offre con un bel colore rubino intenso e al naso è pulito, complesso, elegante, di affascinante equilibrio. All'inizio è leggermente chiuso, ma dandogli aria affiorano con buona intensità la ciliegia e l'amarena, tabacco, piante officinali ed infine pepe nero e una leggera resina balsamica. La sua rotondità olfattiva fa sì che non c'è una nota che spicca sulle altre. Al palato si conferma l'armonia, questa volta tra i tannini e l'acidità, rivela un corpo robusto e denso. Arriva con un gusto leggermente amaro che si va perdendo lentamente in un finale asciutto e piacevolmente speziato.
 
Un Chianti veramente classico con 14° alcolici, di semplice abbinamento,. Da apprezzare con una zuppa di faro, legumi e ortaggi, con una succulenta bistecca ai ferri, con un formaggio caprino, con due fette di salame possibilmente Sant'Angelo. Lo trovate in enoteca a 19 euro.

Tenuta di Lilliano-Ruspoli
Località Lilliano
53011 Castellina in Chianti (Si)
tel. 0577 743070
www.lilliano.it





Recensioni
di Giovanni Paternò

Rubrica a cura di  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Antonio Zaccardi

Pashà Ristorante

Conversano (Ba)

4) Provola affumicata dessert

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search