Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi

Andrea Camaschella

Marina V. Carrera

Sofia Catalano

Roberto Chifari

Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco

Annalucia Galeone

Federica Genovese

Clarissa Iraci

Francesca Landolina

Federico Latteri

Irene Marcianò

Bianca Mazzinghi

Alessandra Meldolesi

Clara Minissale

Fiammetta Parodi

Geraldine Pedrotti

Stefania Petrotta

Michele Pizzillo

Fabiola Pulieri

Enzo Raneri

Mauro Ricci

Emanuele Scarci

Marco Sciarrini

Sara Spanò

Giorgia Tabbita

Fosca Tortorelli

Maristella Vita

Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il vino della settimana il 28 Aprile 2018
di C.d.G.

di Federico Latteri

La cantina di Erminio Campa si trova nel comune di Torricella, piccolo centro della costa ionica pugliese situato a pochi chilometri da Taranto. 

Siamo nell’area di produzione del Primitivo di Manduria, rosso ricco, robusto e solare conosciuto e apprezzato sia in Italia che all’estero. Erminio gestisce le attività aziendali insieme ai fratelli Francesco e Valentino. I tre appartengono ad una famiglia che lavora in queste terre coltivando i propri vigneti da tre generazioni. Inizialmente le uve prodotte venivano vendute ad aziende che le vinificavano, poi, nel 2012, arriva la svolta con la decisione di produrre autonomamente vino e presentare le proprie etichette sul mercato. Nel giro di qualche anno vengono raggiunti diversi riconoscimenti e grandi successi, fino ad arrivare sulle tavole del Vaticano e nei voli intercontinentali di Alitalia.


(Erminio Campa)

La filosofia produttiva è molto chiara: fare alta qualità lavorando principalmente nel vigneto con grande attenzione verso la natura, i suoi ritmi e i suoi equilibri. Tutto viene seguito personalmente e le pratiche agricole sono svolte con tecniche moderne, dando però alla componente umana un ruolo di primaria importanza. Erminio è dunque un  artigiano del vino, ma non solo, ha anche una visione moderna di quello che è il mercato come dimostra il progetto Vinum Apuliae presentato nel corso dell’ultimo Vinitaly.

Si tratta di un consorzio fondato da quattro aziende pugliesi che permetterà di avere più forza contrattuale, soprattutto con i distributori esteri. I vigneti, prevalentemente coltivati ad alberello pugliese, si estendono per 22 ettari ad una distanza di circa 3 chilometri dalla costa in due diverse contrade, Li Cameli, situata a 30 metri di altitudine e Li Janni che si trova 10 metri più in alto. Il Primitivo è la varietà coltivata. Questa zona presenta condizioni pedoclimatiche favorevoli per la viticoltura: il suolo è costituito da terreni medio argillosi e terra rossa ricca di elementi ferrosi e il clima è soleggiato, mite e ventilato.

Le bottiglie prodotte annualmente sono circa 40 mila, molto al di sotto della potenzialità della superficie vitata poiché vengono mantenute rese molto basse a vantaggio della qualità. La gamma di etichette è composta da due Primitivo di Manduria Dop, Li Cameli e Li Janni, fatti con uve provenienti dalle omonime contrade e da un bianco a base di Sauvignon, il Terrise. Abbiamo degustato il Primitivo di Manduria Dop Li Cameli 2015, un rosso potente e ben riuscito. Le uve, provenienti da piante di oltre 40 anni di età, vengono raccolte manualmente durante la seconda settimana di settembre.

L’affinamento si svolge in acciaio inox per circa un anno e successivamente in bottiglia per alcuni mesi. Versato nel calice, il vino offre un colore rosso rubino molto carico, quasi impenetrabile. Al naso è intenso con profumi di frutta rossa matura, confettura di prugna, spezie dolci e una lieve traccia balsamica. Il sorso è pieno, caldo, strutturato, di grande impatto gustativo. E’ presente una nota dolce. I tannini sono ben levigati e la persistenza è lunghissima. Si abbina bene ai piatti elaborati a base di carne e alla selvaggina. E’ perfetto con i formaggi stagionati e con quelli piccanti. Si trova in enoteca al prezzo di 24 euro.

Rubrica a cura di Salvo Giusino

Erminio Campa
Via Palestro, 22 - Torricella (Ta)
+39 338 3940636
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.erminiocampa.it


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Felice Sgarra

Casa Sgarra

Trani (Bt)

3) Melanzana con burrata d’andria e gelato al pomodoro

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search