Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Giada Giaquinta

Christian Guzzardi
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Maddalena Peruzzi
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Marcella Ruggeri
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni
Alessia Zuppelli

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 10 Giugno2015

FederAlberghi: "Ora il Comune pensi a progetti di promozione e di miglioramento i servizi turistici"


(Nicola Farruggio, presidente di FederAlberghi Palermo) 

È stata istituita a maggio dello scorso anno. La tassa di soggiorno adesso fa il primo giro di boa e FederAlberghi Palermo analizza i conti ad un anno di distanza che lo stesso presidente, Nicola Farruggio, ha definito “di prova”.

Conti alla mano, da maggio 2014 a dicembre 2014, la tassa di soggiorno ha portato nelle casse comunali 1,1 milioni di euro. Una cifra che diventa più grande se a questi soldi vengono sommati i primi tre mesi del 2015 (+ 200 mila euro, portando il totale a 1,3 milioni di euro) e che si pensa potrà superare 1,6 milioni di euro conteggiando il secondo trimestre 2015.

La tassa di soggiorno prevede il pagamento di 50 centesimi a stella (qualsiasi tipologia di struttura ricettiva) per un massimo di 4 notti di soggiorno. Dal quinto giorno non è dovuta nessuna imposta. “Una valutazione opportuna – spiega Farruggio – visto che Palermo ha un turismo un po’ mordi e fuggi e quindi credo sia stato giusto applicare questi determinati tipi di paletti”. Palermo, nel 2014, ha accolto oltre due milioni di turisti, una cifra che sicuramente è destinata ad aumentare: “Questa cifra non comprende i croceristi che affollano ogni settimana la nostra città – dice Farruggio – ed aumenterà ancora di più quando l’Unesco ufficializzerà (tra fine giugno ed i primi di luglio, ndr) l’iscrizione dell’Itinerario Arabo-Normanno nel Patrimonio dell’Umanità. I dati parlano chiaro: chi ha ricevuto un simile riconoscimento ne ha poi tratto notevoli benefici in termini di presenze turistiche”.

La tassa di soggiorno è stata accettata dagli operatori turistici proprio perchè permette al Comune di poter incamerare risorse da poter riutilizzare in questo settore, mentre non è stata registrata nessuna lamentela da parte dei visitatori stessi: “Ormai è una consuetudine – spiega Farruggio – un meccanismo tanto rodato ed ormai affermato che non sorprende più nessuno. Adesso tocca al Comune fare in modo che questi soldi, e sono tanti, vengano reinvestiti in attività di promozione e di miglioramento dei servizi da offrire ai turisti. Altrimenti non ha più senso utilizzarla. Poi noi, insieme all'amministrazione, dovremmo cercare di fare in modo di spalmare il turismo durante tutto l'anno e non solo da maggio ad ottobre”.

Palermo ha avuto in questo ultimo periodo un incremento dei visitatori: “La nostra città rimane tra le mete preferite dai turisti grazie all’immenso patrimonio artistico e culturale di cui dispone – conclude Farruggio – e non dimentichiamoci che molte compagnie aeree low-cost hanno istituito nuove rotte che permettono collegamenti più rapidi e veloci ad un costo inferiore. E questo non può che fare bene al turismo palermitano”.

G.V. 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2023 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search