Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 31 Agosto2015


(Matilde Poggi, presidente della Fivi)

“Se l’utilizzo del mostro concentrato rettificato diventa prassi, allora non ci siamo”.

Matilde Poggi, presidente della Federazione italiana vignaioli indipendenti, si scaglia contro l’uscita del decreto che autorizza l’utilizzo del mosto concentrato rettificato (Mcr) per aumentare il tenore alcolico finale.

Un utilizzo che solitamente viene autorizzato nel corso di annate piovose e poco assolate che ritardano la maturazione delle uve in vigna. Come è accaduto per esempio lo scorso anno. Ma il 2015 si è caratterizzato per le temperature elevate e per la poco piovosità. E la normativa europea è abbastanza chiara in materia: “l’arricchimento con Mcr è consentito agli stati qualora le condizioni climatiche lo richiedano”. Lo Stato italiano ha delegato le regioni a decidere in materia, “previo accertamento della sussistenza delle condizioni climatiche”.

Una corsa al decreto che non si è fatta attendere, visto che sono già parecchie le regioni del nostro Paese ad aver autorizzato l’utilizzo del Mcr. La Fivi, però, con oltre 900 aziende associate, non ci sta e punta il dito su quello che potrebbe diventare un malcostume italiano.

“Non utilizzare il mosto concentrato sarebbe molto bello, ma mi pare impossibile – spiega la Poggi – perché può succedere che si verifichino delle condizioni che necessitano il loro utilizzo. Non so penso a delle grandinate improvvise che costringono il vignaiolo a raccogliere in fretta l’uva in anticipo prima che marcisca. Credo, però, che occorrano delle regole meglio definite per consentirne un utilizzo appropriato”. 

Molti “furbetti” infatti utilizzano il mosto concentrato come “correttore” dei loro errori in vigna: “Diventa troppo facile – dice la Poggi – si fa crescere l’uva e basta. Senza cura, senza gestire bene la vigna, tanto poi si usa il mosto. Invece non è così. Lo diciamo sempre. Il vino di qualità nasce in vigna. E se ci si impegna tanto tra i vigneti si ottiene il grado alcolico desiderato. Il mosto sta diventando una brutta prassi”.

Per questo motivo la Fivi ha inviato una lettera a tutte le regioni italiane dove chiede “una radicale revisione dei criteri di autorizzazione dell’arricchimento che porti la stessa pratica ad essere correttamente intesa come una extrema ratio, cui ricorrere solo nelle annate effettivamente estremamente sfavorevoli oppure in aree eccezionalmente colpite da avversità atmosferiche”. Ma soprattutto, conclude la Poggi: “ogni annata va considerata caso per caso. Non si può autorizzare l’uso del mosto ogni anno così senza una spiegazione. Che immagine diamo dell'Italia se la accreditiamo come una terra che necessita ogni anno di arricchire i propri mosti?”

G.V. 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Elio Mariani

Checchino dal 1887

Roma

4) Torta stracciatella

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search