Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 24 Dicembre2020

Carrello più leggero per gli italiani che ridimensionano la spesa alimentare del 5%, arrivando a toccare 4,6 miliardi di euro tra la Vigilia e Capodanno.

E' quanto stima Cia-Agricoltori Italiani, secondo cui mai come quest'anno vincerà in 2 case su 3 il menu tipico regionale. Se per le tavole natalizie il budget è fino a 2,6 miliardi di euro, quello per il 31 dicembre e il pranzo del primo gennaio sfiorerà i 2 miliardi. A farla da padrona saranno ragù, bollito, tortellini in brodo, verdure in pastella, abbacchio, pandoro e panettone farciti. Per la prima volta, invece, caleranno gli acquisti di zampone e cotechino, un terzo in meno rispetto ai 6 milioni di chili consumati nel 2019; un duro colpo su un giro d'affari prettamente natalizio da 28 milioni di euro. A compensare questo piatto sarà il pesce cucinato in 15 milioni di famiglie, dove capitone e spigola in testa, seguiti da baccalà, tonno, alici, sarde e sgombri, vinceranno sul pescato più pregiato. Il Made in Italy troverà comunque tutti d'accordo, dal cibo alle bevande dove spumante e prosecco avranno la meglio sullo champagne, con il 90% dei brindisi tricolori. Le feste valgono di solito il 35% delle vendite annuali di sparkling, segnala Cia e anche in questo 2020 il settore reggerà: si prevede un calo dello 0,3% rispetto ai 600 milioni di euro per spumante e vino consumati nelle feste del 2019. A tenere, in particolare, sono prosecco, Trento Doc, Franciacorta e altri vini spumanti nazionali. Tante infine, le eccellenze agroalimentari del territorio sotto l'albero, tra le scelte regalo più gettonate per quasi il 40% degli italiani.

C.d.G.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Peppe Causarano

Ristorante VotaVota

Marina di Ragusa (Rg)

1) Spaghetto affumicato burro e alici

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search