Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 09 Dicembre2013

Massima sensibilità intorno ai prezzi e tanta preoccupazione sui futuri investimenti.

Più di tre quarti di coloro che acquistano i Bordeaux en primeur hanno espresso l’allerta sul rischio che corre il rosso icona di Francia di essere fuori mercato. Il sentiment è stato rilevato da una ricerca che ha preso a campione più di 800 investitori internazionali, player del mercato en primeur, condotta da Decanter e intitolata “Decanter Bordeaux En Primeur Report”.

Si tratta del primo studio che si concentra sull’atteggiamento di chi acquista e consuma il vino en primeur, focalizzando sulle abitudini, sulle opinioni, sulla fedeltà di marca, sui volumi d’acquisto e sui prezzi. Prendendo come riferimento il decennio 2000-2010. L’analisi è stata condotta per tastare il polso di uno dei peggiori periodi che vede dal 2005 un business in perdita costante per molti compratori: i rendimenti sono bassi, il commercio è sceso dal 95% al 80% in soli due anni. Il 45% degli intervistati ha confermato perplessità sul futuro a causa dei prezzi fuori mercato, e solo il 5% ha dichiarato che acquista oggi Bordeux a scopo di investimento.

Le remore sono poi tutte sulla qualità, e tantissimi Chateau vista la campagna nera del 2013 temono di uscirne danneggiate nel lungo periodo a causa di una percezione attuale di un Bordeaux più a buon mercato, mentre altre cantine storiche avrebbero deciso di mantenere i prezzi nel 2013 tagliando i volumi. 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Paolo Barrale

Aria Restaurant

Napoli

4) Vino e percoche

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search