Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari
Piero Antinori e Silvio Jermann

L'accordo c'è, la firma anche. Ma non si conoscono i dettagli economici.

La famiglia Antinori ha acquisito la maggioranza della Jermann Srl la storica cantina che si trova in Friuli Venezia Giulia. La notizia è stata confermata da un breve comunicato stampa "lanciato" nel primo pomeriggio di oggi. Dopo 40 anni, dunque, Silvio Jermann, alla guida dell'azienda di famiglia, ha firmato un contratto con Piero Antinori. Due nomi che hanno segnato una tracica profonda nella storia del vino italiano: innovatori, visionari e alla ricerca continua di eccellenza. "La collaborazione con Antinori è un nuovo inizio, una decisione presa per affrontare al meglio i tempi che viviamo, nel segno della tradizione famigliare", dice Silvio Jermann. "Condividiamo con Silvio gli stessi valori di rispetto per la tradizione famigliare, passione per le sfide, rispetto per la terra - dice Piero Antinori - Il nostro desiderio è quello di garantire sviluppo e continuità in piena collaborazione con Silvio e con quanto ha fatto in questi 40 anni". Vignaioli storici da quasi 150 anni, l'azienda Jermann produce alcuni dei vini bianchi italiani più rappresentativi nel mondo. Due le cantine in Friuli Venezia Giulia, quella di Farra d'Isonzo e Dolegna del Collio, frazione di Ruttars, per un totale di 170 ettari di vigneto situati nelle posizioni tra le più vocate della regione.

Aggiunge Renzo Cotarella, amministratore delegato di Antinori: "Quello che nasce con Jermann è un sodalizio che va nella stessa direzione. Abbiamo molte cose in comune: la ricerca del meglio, la voglia di innovazione, l’ossessione del prodotto tanto che l’anima della cantina friulana è sovrapponibile su quella di Antinori". Poi Cotarella chiarisce: "Sull’aspetto commerciale è tutto da definire, ora è un poco prematuro". Poi con un neologismo dice: "Antinorizzare Jermann non è il nostro obiettivo. Con Silvio la trattativa è durata circa quattro mesi. Se n’era parlato un po’ di tempo fa ma non c’è stata mai una trattativa competitiva".

C.d.G.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Michele Rizzo

Agorà ristorante di pesce

Rende (Cs)

3) Scampi dello Jonio, foie gras e castagne silane

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search