Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 28 Luglio2021

Se non è rivoluzione poco ci manca. Il disciplinare della Doc Etna cambia pelle.

Con importanti modifiche approvate proprio pochi minuti fa a Roma dal comitato nazionale vini. Le modifiche erano state proposte dal consorzio e il decreto dovrebbe essere firmato entro domani e quindi rendere ufficiali tutte le novità che adesso vi illustreremo e che entreranno a regime già dalla prossima vendemmia.

Spumanti
Partiamo dalle tipologie che adesso sono state ben distinte: ci sarà un Etna spumante bianco e un Etna spumante rosato. Il disciplinare, dunque, fa chiarezza su questo punto. Poi attenzione alla quantità di Nerello Mascalese da poter usare. Il minimo è stato "alzato" all'80 per cento e non più al 60 per cento. Il senso è quello di caratterizzare ancora di più la produzione delle bollicine e renderle più affini al Vulcano.

Da Paternò a Ragalna
Quando nacque il disciplinare della Doc Etna (1968), il comune di Ragalna non esisteva ancora. Per questo, tra i territori compresi nella denominazione, venne inserito il comune di Paternò. Ragalna fu istituito nel 1985. La nuova modifica cancella di fatto il comune di Paternò e specifica il territorio di Ragalna, visto che i vigneti ricadono solo nel suo areale.

Numero minimo di ceppi
Anche questa una modifica importante. Nei nuovi impianti, il numero minimo di ceppi deve essere di 4.600. Una modifica voluta appositamente dal consorzio per garantire un'altissima qualità delle uve.

Gradazione alcolica delle uve
Si abbassa la gradazione alcolica delle uve dell'Etna. Per quanto riguarda i rosati si passa da 12 a 11,5. Mentre per gli spumanti si passa da 10 a 9,5. Questa modifica permetterà di anticipare la vendemmia. E di lasciare più margine di scelta ai produttori. Visti i cambamenti climatici, niente male...

(Maurizio Lunetta)

I colori dei vini
Le modifiche "ridipingono" i colori di alcuni vini dell'Etna. Il rosato, che prima era tendente al rosso rubino, adesso dovrà essere rosato più o meno intenso con riflessi aranciati. Lo spumante bianco dovrà tendere al giallo paglierino più o meno intenso. Mentre lo spumante rosato o rosé dovrà avere un colore rosato più o meno intenso con riflessi arancio.

Sicilia in etichetta
Rimane facoltativo, ma chi vorrà potrà aggiungere la dicitura "Sicilia" in etichetta. Difficile che i produttori lo faranno...

Dimensioni delle bottiglie
Erano ammese prima solo le bottiglie fino a 5 litri. Adesso, invece, massimo si potrà arrivare a 3 litri, eccetto chi imbottiglia con bordolese, borgognotta e renana: in questi casi si potrà arrivare fino a 18 litri.

Tappi, si cambia
Libertà massima per la scelta dei tappi con alcune limitazioni. Obbligatorio infatti il sughero per la tipologia Riserva Rosso e Bianco Superiore. Per il resto via al vetro, tappo a vite o altre tipologie.

Maurizio Lunetta: "Completiamo un percorso"
A commentare le modifiche al disciplinare è il direttore del consorzio Etna Doc, Maurizio Lunetta: "Siamo soddisfatti perché tutte le modifiche sono state approvate. Completiamo un percorso e siamo pronti ad aprirne un altro per rendere il disciplinare sempre al passo con i tempi con un occhio attento alla qualità e alle esigenze dei consumatori".

C.d.G.

Commenti   

0 #1 Janny 2021-07-29 14:27
Bell’articolo, congratulations....MenM
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Caterina Ceraudo

Ristorante Dattilo

Crotone

4) Olio e vino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search