Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari
Ph Ennevi VeronaFiere

di Emanuele Scarci

La pandemia riporta indietro lo sviluppo del vino italiano.

Alla fine del 2020 per 7 aziende vitivinicole su 10 le vendite totali vireranno in negativo, solo per una 10 aumenteranno. L’emergenza sanitaria ha però ha fatto decollare l’e.commerce e la promozione sui social media. Gli effetti della pandemia saranno contrastati da un progetto organico di sviluppo dell'intera filiera vitivinicola annunciato dal ministro delle Politiche agricole Teresa Bellanova: è quanto emerso dal convegno ‘Il futuro del vino: visioni differenti, unica prospettiva”, preview di wine2wine digital che terrà banco fino al 24 di novembre a Veronafiere. Nel corso dell’evento è stata presentata da Denis Pantini l’indagine dell’Osservatorio Vinitaly-Nomisma wine monitor, svolta su un panel di 165 aziende (4 miliardi di euro il fatturato cumulato, di cui 2,5 miliardi relativi all’export, circa il 40% del totale Italia): risalta la generale difficoltà delle imprese con i cali delle vendite nei canali horeca - in rosso nel 91% dei casi -, nel dettaglio specializzato - per 3 produttori su 4 -, dell’export - per il 63% delle aziende - e della vendita diretta in cantina, il cui gap è generato anche dalla fortissima contrazione degli arrivi enoturistici stranieri, in diminuzione per l’87% degli intervistati.

A fare da parziale contraltare, le vendite nella grande distribuzione italiana - in crescita per il 51% dei rispondenti - e il boom dell’online, riscontrato da 8 operatori su 10.
Il quadro dell’export, nonostante l’Italia abbia sofferto meno dei propri competitor, è comunque a tinte fosche: il 63% vede rosso, mentre le aziende in crescita sono solo il 18%. Tra i top 10 mercati maggiormente in difficoltà, Regno Unito e Stati Uniti sono le aree più critiche, in contrazione per il 60% del campione. A seguire, Giappone, Australia, Cina, Germania, Canada, Russia e Svizzera, in uno scenario globale che vede 9 piazze su 10 in negativo, con la sola Svezia a luce verde. Alla fine sono le piccole imprese, sotto il milione di euro, a scontare gli indicatori peggiori, con vendite in rosso nell’81% dei casi e con export (74% delle risposte), horeca (95%) e dettaglio specializzato (86%) in contrazione. Per José Rallo, contitolare della cantina siciliana Donnafugata, “stiamo attraversando una fase difficilissima, in cui, da un lato, cerchiamo di difendere il nostro canale tradizionale, la ristorazione e gli agenti; dall’altro, sosteniamo i ristoranti operativi nell’home delivery. Inoltre abbiamo accelerato sull’e.commerce e sui social media. In questi mesi abbiamo compiuto numerose degustazioni, realizzando 150mila contatti. E ottenendo grandi soddisfazioni in Germania. Ma siamo pronti per il rilancio negli Stati Uniti, il più grande mercato”.

A proposito del gigantesco mercato americano, Lamberto Frescobaldi, presidente del gruppo omonimo, ha puntualizzato che “i consumi non si sono contratti ma semplicemente spostati a casa. In generale rimango ottimista: dopo il primo lockdown c’è stato un rimbalzo poderoso e abbiamo alzato il rapporto qualità/prezzo”. Nel suo intervento Bellanova ha annunciato la prossima convocazione del tavolo specifico sul vino nell’ambito del Patto per l’export. Inoltre ha evidenziato l’esigenza di un nuovo progetto organico di sviluppo dell'intera filiera vitivinicola italiana. Per Bellanova si dovrà contare, ad esempio, sulle risorse (potenziate) destinate all'Ocm Promozione, sulla transizione alla certificazione sostenibile anche in chiave competitiva, sui piani nazionali di sostegno, sulla digitalizzazione e sull’ausilio di analisi e ricerche specifiche sui mercati target. Al ministro ha subito risposto il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani: “Veronafiere, con Vinitaly, è a disposizione per favorire il grande cambiamento del settore vitivinicolo annunciato oggi a wine2wine dalla ministra Bellanova. La strategia per attuare l’immediato rilancio del comparto, a cui ha fatto riferimento, ci trova allineati e pronti a favorire la filiera sul piano del business e della ripartenza sui mercati internazionali”.

Poi Mantovani ha aggiunto: “Ci ha fatto particolarmente piacere il pragmatismo della ministra nell’affrontare i temi urgenti determinati dalla crisi pandemica. In questi mesi difficili per il sistema fieristico, Vinitaly sta investendo risorse proprie per favorire al meglio la ripartenza del settore attraverso analisi, contatti continuativi con il trade e numerosi eventi in programmati all’estero, come Wine to Asia, la nostra prima fiera in presenza dedicata al comparto che si chiude oggi in Cina. Wine2wine in formato digitale dimostra che non abbiamo spento i motori e che saremo i primi alleati nella strategia annunciata per il vino italiano”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Michele Rizzo

Agorà ristorante di pesce

Rende (Cs)

1) Capesante alla piastra, broccoli e pomodorini

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search