Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 04 Aprile2013

Se quello che avete appena ordinato pensate sia il tipico Fish&Chips è molto probabile che non lo sia.

Il piatto tradizionale inglese, il più consumato nei tanti locali che si affacciano sui marciapiedi della capitale, nella maggior parte dei casi è un fake.

Così se dinnanzi ad un ragù oramai ci assale il dubbio se sia carne di manzo o di cavallo o di chissà quale altro animale, la certezza di stare per mangiare un buon trancio di merluzzo fritto accompagnato da patatine fritte non sarà più così salda come prima. Il 7% del pesce spacciato come merluzzo proviene dai mari del Vietnam. Da poche ore la Bbc ha dato quest’altra news ai consumatori inglesi. Ancora una volta riaffiora il problema della tutela dei consumatori, il loro diritto a sapere cosa gli viene servito nel piatto, o cosa acquistano. Ancora una volta il principio della tracciabilità viene minato.

A rivelare il crescente utilizzo di Pangasio al posto del merluzzo è la ricerca condotta dall’Università di Salford. Insieme a questa tanti altri studi si stanno conducendo per intercettare la vera identità delle materie prime di molti prodotti o specialità. Non solo in Inghilterra. Anche nel resto d’Europa. E infatti è emerso che tra un quarto e un terzo dei prodotti a base di pesce testati contiene altro da quanto indicato sull'etichetta. E anche oltreoceano, negli Usa, succede lo stesso. Per esempio, in tantissimi ristoranti della Grande Mela, quello servito nel piatto non è affatto quello proposto nel menu.

Bloccare, o quanto meno arginare, il fake, rintracciare la  provenienza del pesce, nonostante il dispiegamento di forze preposte al rilevamento di frodi, ancora è impresa ardua. Il traffico di container di pesce congelato è aumentato, arriva per lo più dalla Cina e sono specie sconosciute al mercato europeo. Si utilizza come piattaforma di smistamento non il porto ma l’aeroporto, in Europa il nodo centrale è quello di Francoforte.  

C.d.G.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Massimo Quacquarelli

Ristorante Corteinfiore

Trani

2) Medaglioni di rombo con patata e cicoriella, funghi cardoncelli e pomodorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search