Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 10 Settembre2011

Se persino lo champagne si è dovuto inchinare ai cambiamenti climatici, spostandosi nel sud dell'Inghilterra, anche per i vini di casa nostra il futuro potrebbe essere fosco.

Secondo alcuni esperti gli effetti delle temperature più alte si stanno già vedendo, soprattutto in termini di gradazione finale dei vini, ma a rischio potrebbero essere anche i profumi delle principali etichette, che proprio in questi giorni iniziano la vendemmia. «Il fenomeno è iniziato a metà degli anni '90 - spiega Roberto Zironi, docente di enologia dell'università di Udine - già oggi vini che prima avevano 11-12 gradi raggiungono tranquillamente i 14-15. Le temperature più alte agiscono in due modi: si alza il grado zuccherino dell'acino, e quindi cresce il tenore di alcol, e diminuisce l'acidità, il che fa perdere alcuni profumi. Ormai ci sono vitigni che si sono spostati di centinaia di chilometri verso nord». Il problema non è solo di casa nostra: alcune ricerche recenti hanno lanciato l'allarme anche per i vini australiani e californiani: «Il fenomeno è globale - continua l'esperto - al punto che lo champagne si inizia a coltivare nel sud dell' Inghilterra. Qui da noi succederà lo stesso, con i vini del nord che assomigliano sempre di più a quelli del sud. Una soluzione che si sta già tentando è fuggire 'in alto’, con vigneti a sempre maggiore altitudine, ma se il fenomeno continua sarà difficile contrastarlo». Ci sono comunque dei vitigni che resistono meglio di altri: «Si stanno facendo delle prove, e ad esempio il Refosco dal peduncolo rosso ha mostrato una buona resistenza persino in Sicilia - spiega Enrico Peterlunger, esperto di viticoltura dell'ateneo friulano - e anche per i rossi come Merlot e Cabernet non ci dovrebbero essere problemi. Le difficoltà maggiori saranno più per i bianchi aromatici, anche se si stanno studiando alcune tecniche, come la diminuzione dell' esposizione al sole dei grappoli, che sembrano in grado di mitigare gli effetti e preservare il patrimonio aromatico». Intanto in questi giorni chi vendemmia si trova alle prese con un caldo ancora estivo: «Questo è il primo degli effetti dei cambiamenti climatici - sottolinea Zironi - una volta la vendemmia finiva con le castagne, adesso si comincia in estate».

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Luca Abbruzzino

Ristorante Abbruzzino

Catanzaro

3) Anatra, kumquat e semi di zucca

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search