Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 22 Febbraio2012

L’andamento del vino simbolo della Toscana e del made in Italy nel mondo e più che positivo.

Il Chianti Classico cresce del 5 % nelle vendite. A fare da traino è l’export. Il dato lo ha rivelato il direttore del consorzio del Chianti Classico Giuseppe Liberatore in occasione della presentazione delle nuove annate vinicole. Percentuale che rincuora i produttori per il 2012. Infatti già nei primi due mesi dell'anno, il consorzio annuncia un andamento che fa ben sperare.

Alla luce dello stato di buona salute che gode il Chianti il Consorzio anticipa novità nella denominazione. “Stiamo lavorando a un riassetto della denominazione: avremo un cda alla fine di questo mese e poi un confronto in assemblea con i soci. È un discorso a 360 gradi ma in ogni caso non verrà toccata l'ampelografia”, ha dichiarato il direttore. Non verrà quindi variato il disciplinare. “Gli interventi riguarderanno  - aggiunge Liberatore - la piramide produttiva, saranno a livello di prodotto e di marchio che deve diventare sempre più un elemento unificante e distintivo”. 
 
Altre buone notizie per il vino toscano arrivano sempre dall’estero. Come l’elezione dell’areale del Chianti Classico a Wine Capital 2012. Riconoscimento conferito da  Muskankarnà, il più grande club di enoappassionati al mondo che conta 24 mila amanti del buon bere provenienti in particolare dalla Svezia, ma anche dalla Finlandia, dalla Spagna, dalla Francia e dal Belgio. La notizia dell’appeal che il territorio gode nei Paesi Scandinavi è stata accolta con entusiasmo dal presidente del Consorzio Chianti Classico, Marco Pallanti:  “Ci stiamo preparando per accogliere gli amici svedesi che speriamo possano apprezzare il fascino che scatena il succedersi delle stagioni nel Chianti Classico”.

In quest'ottica, fa poi sapere, che a primavera  ai turisti, agli enoappassionati e agli studiosi del vino verrà dedicato un centro multifunzionale ricavato nel convento settecentesco di Santa Maria al Prato a Radda in Chianti, attualmente di proprietà del consorzio del Chianti Classico e della Fondazione per la tutela del territorio. 


C.d.G.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Caterina Ceraudo

Ristorante Dattilo

Crotone

4) Olio e vino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search