Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 08 Aprile2020
Margherita Nistri

"Cari vignaioli Fivi Puglia, in tempi normali, questo sarebbe stato un momento lieto di scambio degli auguri di Pasqua".

Inizia così una lettera che ha inviato Margherita Nistri, delegata Puglia della Fivi ai colleghi: "La grave situazione in cui tanti Paesi del mondo sono precipitati, a causa della diffusione del Coronavirus, ci mette tutti alla prova. Sappiamo purtroppo che questa crisi non è destinata a risolversi in tempi brevi e che la pandemia si sta diffondendo - scrive la Nistri - Siamo di fronte ad uno stato di cose che fino a qualche settimana fa sarebbe sembrato inimmaginabile, come lo scenario di un film di fantascienza. La cosa più grave è che questa pandemia è causa di morte e mette in ginocchio le nostre famiglie, l’economia e gli equilibri mondiali. E mentre tutto questo accade, noi vignaioli portiamo avanti incessantemente il nostro lavoro nei campi. Consapevoli da sempre e più di altri che la natura non si ferma, non soccombe alle regole che l’uomo, con la sua arroganza e la sua sete di potere, cerca di imporre".

Secondo il delegato, "la natura ci sta dando una severa lezione ristabilendo il suo equilibrio e il suo ordine. Tanti sono i problemi che stiamo affrontando. Le nostre aziende, per lo più piccole, hanno visto azzerato il proprio reddito. Molti di noi si rivolgevano al canale horeca o all’estero, settori ormai completamente bloccati, senza contare che manca la manodopera nei campi e per molti vignaioli è a rischio la prossima vendemmia. L’urgenza, dunque, è quella di unirci ancor di più per far sentire la nostra voce a livello istituzionale, come sta di fatto facendo la Fivi. Il nostro mercato sarà, nei prossimi mesi, prevalentemente rivolto al dettaglio e nei confini nazionali. Bisogna insieme ripensare, in modo costruttivo e unitario, al nostro settore. In questo momento è importante non smettere di comunicare con i nostri clienti, con chi compera le nostre bottiglie e comprende i problemi che stiamo affrontando".

C.d.G.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Luca Lacalamita

Lula pane e dessert

Trani (Bt)

1) Tartelletta di stagione

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search