Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 10 Luglio 2020
di Giorgio Vaiana
Teresa Bellanova

"Per molti anni in Italia in tanti hanno pensato che l'agricoltura fosse il settore del passato. Invece io sono convinta che l'agricoltura sia il settore del futuro: è il settore dove i nostri figli potranno trovare delle opportunità per un lavoro qualificato. Non è richiamare i giovani alla zappa, abbiamo in mente un'agricoltura diversa ed è quella che stiamo provando a costruire tutti insieme".

Lo ha detto il ministro delle politiche agricole Teresa Bellanova, intervenendo alle "Cantine Lizzano" nella prima tappa della sua visita istituzionale ad aziende delle province di Taranto e Lecce. "Questa mia idea di riportare l'agricoltura al centro del paese - ha aggiunto - si è rafforzata in questi mesi, quando anche quelli che pensavano fosse il passato hanno dovuto fare i conti in periodo di coronavirus con la strategicità dell'agricoltura. Nel momento in cui tanti cittadini sono stati obbligati in casa per evitare il contagio, le imprese sono state chiuse, nel contempo è stato chiesto ai lavoratori della terra, della trasformazione alimentare e della distribuzione di avere il coraggio di svolgere le funzioni istituzionali. Quelli che erano considerati il passato, l'arretratezza, sono quelle persone che facendo lavori utili hanno consegnato a tutti noi momenti di normalità". Secondo il ministro, è necessario "riprendere a produrre, ad esportare, dobbiamo rafforzare la presenza dei giovani all'interno di questo settore ma dobbiamo fare investimenti, In questo settore c'è bisogno di agricoltura di precisione, c'è bisogno di mezzi che non inquinano, c'è bisogno di avere ingegneri, c'è bisogno di avere tecnici specializzati, c'è bisogno di avere personale qualificato".

C.d.G.


Commenti   

0 #1 Josè Pellegrini 2020-07-11 11:18
Parole sante !Alle parole seguano i fatti.
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search