Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 27 Marzo2013


Filippo La Mantia, Antonella Ricci

I piatti della nonna sulle tavole di Pasqua. Forse per effetto della crisi?

Comunque i menu saranno interamente ispirati alla tradizione. Lo dice la ricerca promossa dall'Osservatorio sulle tendenze alimentari ''Polli Cooking Lab'', che ha intervistato oltre cento chef italiani. 

Come è stato per il menu di Natale, anche per questa festività faranno capolino sui piatti i prodotti del territorio e le specialità della tradizione. Cala il potere d'acquisto delle famiglie, e si preferisce festeggiare con ciò che offre il paniere gastronomico della propria regione. Niente ricette esotiche, con ingredienti rari e costosi. Chissà se lo faranno per fare quadrare i conti delle loro liste della spesa o solo per valorizzare il Made in Italy, ma anche gli chef più blasonati sono in linea con questa tendenza: proporranno una tradizione rivisitata. 

Per sette chef su dieci trionferà la cucina della nonna, riadattata, e a farla da padrone saranno prodotti di stagione che trasmettono l'idea di festa (per il 32% degli intervistati) e hanno un ottimo rapporto qualità-prezzo (27%). Per la metà degli chef non mancheranno agnello e uova, simboli della cucina di Pasqua, ma nemmeno le fave (per il 38%), i carciofi (35%), il pesce (33%) e le patate (30%). Pochissimi, circa l'11%, quest'anno proporranno ricette straniere o impiegheranno specialità estere (6%).

Ecco cosa hanno risposto due degli chef selezionati per l'indagine. ''Il privilegio del cuoco è quello di poter comunicare con il cibo - spiega Filippo La Mantia, masterchef dell'Hotel Majestic di Roma -. La gente è tornata a voler mangiare il cibo di casa anche quando si trova fuori e quindi va alla ricerca di piatti rassicuranti''. Per lo chef siciliano sulla tavola di Pasqua ruoteranno ricotta, fave e capretto, parmigiana di carciofi per i vegetariani. Antonella Ricci, chef responsabile del ristorante ''Al Fornello da Ricci'' di Ceglie Messapica (Brindisi), darà risalto ai sapori tipici: agnello o capretto serviti con lampagioni primaverili e funghi cardoncelli.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Massimo Quacquarelli

Ristorante Corteinfiore

Trani

2) Medaglioni di rombo con patata e cicoriella, funghi cardoncelli e pomodorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search