Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 07 Agosto 2020
di Giorgio Vaiana

di Aurora Pullara

Dalle Maldive a Catania per ridare vita alla casa al mare dove è cresciuta, è la scommessa di Federica Di Mauro, 28 anni, catanese.

Un master in Tourism Quality Management e anni di esperienza nel mondo dell’hotellerie internazionale, ma con il cuore sempre legato alla sua terra, così come la sorella, Marilia che da Milano ha scelto di accompagnare la sorella in questa avventura. Così nasce Path House, luxury residence a Riposto, alla falde dell’Etna e a pochi metri dal mar Ionio, dall’idea di due giovanissime sorelle che hanno voluto investire sul loro territorio d’origine. Dopo tante estati passate a Riposto, la casa delle loro vacanze di infanzia è stata trasformata per ospitare i turisti di tutto il mondo, con un tocco di esotismo ma senza dimenticare le tradizioni e il calore siciliano, materie prime a "Km 0" e l’intero hotel è plastic free.

“Tra le esperienze che mi hanno colpita maggiormente - racconta Federica - è stata quella a Maghadoo, nell'arcipelago delle Maldive. Dove i resort di lusso e i paradisi naturalistici convivono con veri e propri mari di plastica. In quegli anni, vivendo in un campus di ricerca, ho acquisito una maggiore sensibilità per la tematica ambientale, che oggi è più che attuale, e penso che sia importante poter esportare le buone abitudini anche qui in Sicilia, dove la natura e il territorio ci regalano prodotti eccezionali”. Novità di questa stagione, già segnata a causa dell'emergenza sanitaria, è la nascita del Path house Retaurant e del Path House Lounge Bar, entrambi affidati a due giovanissimi professionisti under 30.

Lo chef Daniele Scaglione, venticinquenne di Motta Sant’Anastasia, inaugura il ristorante con la sua prima esperienza da chef di brigata. Anche per Scaglione è un ritorno a casa, dopo il diploma alberghiero e sei anni di stagioni lavorative in giro per il nord Italia, ha deciso di portare il suo bagaglio di esperienze al Path House Restaurant. Mente la lounge è stata affidata alle mani di Federico Villani, neo diplomato, ma già vincitore del primo premio nazionale Barman Junior School.

La cena inaugurale, dedicata alla stampa e interamente ideata dallo chef e dalla direttrice dell’hotel, si è aperta con un cocktail firmato da Federico, il Nuovo Esotico Paradiso, rivisitazione in chiave sicula del più famoso mojito, si è proseguiti con l’entrée di cocotte di insalata di sfere di melone cantalupo, anguria, ricotta salata, olive nere e menta ed una selezione di affumicati 48 ore home made. L’antipasto era costituito, invece, da Tentacoli di polpo grigliato su purea di sedano rapa e patata al lime, cappero fritto, maionese di peperone giallo e crumble di muddica atturrata. Il primo piatto spaghettone trafilato al bronzo con orata in acqua di mare su combinazione di pestati tradizionali, concassé di datterino siciliano al profumo di bottarga fresca di pesce spada. Il secondo piatto Branzino del Mediterraneo su vellutata di zucchine in assoluto di mandorla, cialda croccante allo zafferano e zest di limone siciliano "km 0". La cena si è conclusa con un’altra creazione del bartener Villani, un dessert Sorbetto Charmat aromatizzato al basilico in cocktail al limone verdello con spuma alla mandorla e croccante alle erbe aromatiche dell’Etna. Il servizio di sommellerie è stato affidato al sommelier professionista Alberto Rossi, mentre per l’abbinamento ci si è avvalsi anche della consulenza del sommelier professionista Salvo Di Bella.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search