Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 12 Giugno2020
Massimo Tuzzi

di Emanuele Scarci

Massimo Tuzzi ringrazia la famiglia Zonin per i 15 anni in azienda. “Sono stati 15 anni di successi e record” twitta su Linkedin. Ma ora il top manager, che domenica prossima compie 47 anni, volta pagina: cosa farà da grande?

Data la caratura, è probabile che Tuzzi abbia varie offerte di lavoro sulla sua scrivania, ma, secondo fonti solitamente bene informate, sembrerebbe orientato verso il metodo classico della Franciacorta. Esattamente quello di Bellavista di Erbusco. Nemmeno 120 chilometri da Gambellara. E Tuzzi che dice? Silenzio. Rifiuta ogni contatto. L’azienda di Vittorio Moretti controlla un gruppo del vino con i brand franciacortini Bellavista e Contadi Castaldi. E quelli toscani di Acquagiusta, Petra e Teruzzi. Ma la grande sfida dell’imprenditore bresciano è la cantina sarda Sella & Mosca di Alghero, rilevata nel 2016 per 62 milioni. In partnership con Simest e il fondo Nuo Capital investiment company che fa capo alla famiglia Cheng Pao di Hong Kong. Sella & Mosca è una delle tenute più vaste d’Europa (541 ettari vitati a corpo unico) che produce vini fermi: i rossi Marchese di Villamarina e Cannonau Terre Rare o i bianchi Vermentino di Gallura o lo spumante Torbato.

“Pian piano sta riaprendo l’Horeca – commenta Vittorio Moretti, raggiunto al telefono – e anche l’Albereta (il relais di proprietà ndr) riaprirà il 19 giugno. Nella tenuta di Sella & Mosca abbiamo rifatto gran parte dei vigneti e stiamo spingendo sulla valorizzazione dei vini spostandoli dalla grande distribuzione all’Horeca”. Nel 2019 la divisione vino di Terra Moretti ha realizzato ricavi consolidati per 65 milioni (+2,8%), di cui 15 all’export, e un utile netto di circa 5 milioni. Le bottiglie prodotte sono state 8,5 milioni con un prezzo medio di 7,6 euro/bottiglia. Cosa farà Tuzzi in Terra Moretti? L’imprenditore nega ogni contatto con il manager ormai ex Zonin: “L’ho conosciuto anni fa, quando si occupava del commerciale in Zonin. Ma noi siamo a posto nel commerciale, non ci serve nessuno”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Carmine di Donna

www.carminedidonna.it

3) Bignè con croccante e crema pasticcera

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search