Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 01 Febbraio 2021
di Giorgio Vaiana
Tessa Capponi ph A. Samecka

Il Tar per la Toscana ha respinto il ricorso presentato dal gruppo Metaenergia Srl al quale il Comune di Greve in Chianti aveva negato l'introduzione di una variante negli strumenti urbanistici per la costruzione di una nuova centrale elettrica, con motori endotermici a gas naturale, in località Testi a Greve in Chianti, nelle bellissime colline del Gallo Nero.

Di fronte al pericolo della realizzazione della nuova centrale, che avrebbe anche avuto un impatto negativo a livello urbanistico, la Fondazione per la Tutela del Territorio del Chianti Classico, che ha come missione specifica proprio quella di tutelare il patrimonio ambientale del comprensorio del Gallo Nero, si è da subito attivata, prendendo parte al processo di consultazione pubblica aperto dal Comune di Greve in Chianti, nell'ambito del quale ha espresso netta contrarietà al progetto, presentando le proprie osservazioni in merito.  A fronte del ricorso da parte della società proponente nei confronti della delibera del Comune di Greve in Chianti di dicembre 2019, con la quale l'Amministrazione formalizzava il proprio diniego alla variante necessaria alla realizzazione dell'impianto, la Fondazione ha ritenuto fondamentale attivarsi ulteriormente, intervenendo nell'ambito del ricorso ed opponendosi dunque formalmente in sede di giudizio, assistita da Claudia Del Re. L'esito della sentenza in favore del Comune di Greve non può dunque che rappresentare un traguardo importante anche per la Fondazione e per l'attività istituzionale che da sempre porta avanti con impegno e costanza.

"Siamo felici e pienamente soddisfatti dell'esito positivo della sentenza del Tar – afferma Tessa Capponi Borawska, Presidente dell'ente - la nostra Fondazione da sempre è attiva nella tutela del patrimonio paesaggistico e culturale chiantigiano, non potevamo dunque che intervenire in maniera risoluta anche in questo caso. La Fondazione è da sempre vigile e presente, pronta ad offrire il proprio supporto, laddove esistano emergenze e problematiche che potrebbero mettere a rischio il nostro meraviglioso territorio".

C.d.G.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Donato De Leonardis

Don Alfonso San Barbato

Lavello (Pz)

4) Ti porto al cinema

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search