Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 04 Giugno2021
Roberto Sciarratta

di Alessia Zuppelli

Diodoros è un progetto di valorizzazione del paesaggio agronomico che parte da lontano, come la cultura millenaria di cui è intrisa la città di Agrigento.

In stretta sinergia con le realtà locali l’esperienza sensoriale offerta dai prodotti Diodoros è un percorso volta a coinvolgere il visitatore, il quale andando oltre la mera possibilità della visita al Parco archeologico della Valle dei Templi è sempre più alla ricerca di una completa sintonia con il territorio anche attraverso i sapori. Dalla consapevolezza della ricchezza offerta dalle biodiversità, qui dove ulivi e viti si intrecciano con il mito, nasce la linea di prodotti enogastronomici con il marchio Valle dei Templi di Agrigento. Dai terreni incolti del Parco hanno preso nuovamente vita, grazie ad anni di studi e sperimentazioni e sotto la tutela di un marchio registrato, olio e vino, prodotti rispettivamente dalle aziende Val Paradiso e Cva Canicattì.

Ampio il ventaglio degli altri prodotti del paniere, espressioni della migliore tradizione della frutticoltura: si spazia da mandorle e pistacchi, miele, agrumi, succhi e confetture, legumi e spezie, cioccolato, e dei formaggi caprini di notevole interesse. Dell’amore per la capra girgentana Peppe e Valeria Casuccio dell’azienda agricola Casusko di Joppolo Giancaxio ne hanno fatto una ragione di vita: “Crediamo nei piccoli borghi e che la vita slow ci aiuti a vivere meglio” dichiarano. Con il latte prodotto dalle loro capre si dedicano alla produzione e alla sperimentazione di diversi formaggi caprini, sia morbidi che stagionati (tutti presidi slow food).

(Valeria e Peppe Casuccio)

Per il progetto Diodoros hanno contribuito con la creazione del formaggio a pasta molle e crosta fiorita Cynara realizzato con l’utilizzo, come da antica tradizione locale, del caglio vegetale. Cynara è il nome di una delle tante ninfe di cui si innamorò Zeus, ma che lei rifiutò. Suscitando l’ira del dio dell’Olimpo allora la ninfa fu trasformata in quell’ortaggio dalle sfumature violacee che noi oggi conosciamo: il carciofo, spinoso all’esterno ma dal cuore morbido e dolce. Caratteristiche, quelle di Cynara, difficilmente da dimenticar per gradevole equilibrio dolce e amaro e incredibile persistenza. 
Tutti questi prodotti saranno al centro dei prossimi appuntamenti organizzati da Coop Culture. Si va dalle esperienze dirette con i contadini, alle degustazioni enogastronomiche alla Valle dei Templi, e laboratori didattici.

Il direttore del Parco archeologico, Roberto Sciarratta, pone l’accento su tutto ciò che di culturale ruota intorno al sito, sia sotto il profilo del recupero del paesaggio che da quello emozionale, dove un ruolo fondamentale svolge il capitale umano come risorsa al centro dei progetti promozionali. "Siamo partiti nel 2019 raggiungendo quasi un milione di visitatori - dice il direttore - Il Parco è stato il sesto sito archeologico museale in Italia. La pandemia ci ha fermati leggermente, ma inaspettatamente l’anno scorso ad agosto abbiamo fatto il 70% dell’anno precedente, e il polo ha rappresentato in totale il 30% dei visitatori dei siti culturali”. E sul progetto Diodoros dice: "Ci rivolgiamo a un target diverso, costituito non dal visitatore che fa un giro veloce e va via. Vorremmo fidelizzarlo attraverso nuovi aspetti, come la valorizzazione di alcune tipicità che stiamo attuando. Fra questi, i momenti culturali che legano il territorio ai prodotti, ma anche a tutti i valori di pregio artistico che ruotano intorno a Casa Barbadoro come musica jazz e teatro. Un’offerta di alta qualità”.



Casa Barbadoro è il polo enogastronomico e culturale sito all’interno della Valle dei Templi che opera in sinergia per i servizi di promozione e marketing con Coop Culture. Da questo sito prenderanno vita appuntamenti anche in ottica stagionale per per una passeggiata di suggestioni e sapori, e dove sarà possibile acquistare i prodotti a marchio Diodoros, oltre che sul sito web www.diodoros.shop. Saranno previste degustazioni enogastronomiche e passeggiate culturali ed esperienze dirette con i contadini come la possibilità di partecipare alla vendemmia, offrendo così l’opportunità a visitatori, curiosi, e appassionati di vivere le suggestioni della Sicilia.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Massimo Quacquarelli

Ristorante Corteinfiore

Trani

2) Medaglioni di rombo con patata e cicoriella, funghi cardoncelli e pomodorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search