Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Giada Giaquinta

Christian Guzzardi
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Maddalena Peruzzi
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Marcella Ruggeri
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni
Alessia Zuppelli

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 08 Aprile2022
Mario Piccini

di Emanuele Scarci

La toscana Tenute Piccini rileva società, brand e archivio storico di Porta Rossa. La cantina albese non possedeva vigneti né cantina di proprietà.

Una mossa che arriva a circa un anno dalle dichiarazioni del ceo e comproprietario Mario Piccini che annunciava, in via preliminare, il lancio di un bond intorno ai 5 milioni per procedere anche all’acquisizione di una cantina fuori dalla Toscana. “Da oggi – dichiara Mario Piccini - il vasto orizzonte enoico di Piccini 1882 abbraccia le colline del Piemonte, rispettandone la filosofia produttiva che esalta lo stretto vincolo tra i vini e il loro luogo d’origine. Non si può non parlare di Langhe e noi abbiamo deciso di farlo attraverso un brand che rappresenta le eccellenze prodotte tra le colline albesi, come ad esempio può esserlo il Barolo Porta Rossa”. L’ex-proprietario ed enologo Pierfranco Bonaventura resterà legato al progetto, aiutando il gruppo a muovere i primi passi nelle Langhe. Per la materia prima, dovrebbe prevalere il modello “federativo” Piccini positivamente sperimentato per il Chianti Geografico.

Il legame con la Gdo
Nel 2021 Piccini 1882 ha chiuso con un fatturato di circa 100 milioni di euro. Nell’ultimo biennio la cantina di Castellina in Chianti ha quasi raddoppiato il fatturato. Piccini ha beneficiato dello stretto legame con la grande distribuzione: infatti il fatturato deriva per il 90% dalle vendite sugli scaffali di Esselunga, Metro, Carrefour, Coop, Conad, Aldi e Autogrill. Piccini è presente sia con il proprio brand che con il marchio del distributore. La famiglia Piccini vanta 4 tenute sparse tra il Centro e il Sud Italia, per oltre 200 ettari di vigneti dal Chianti Classico alla Maremma fino ai territori vulcanici del Vulture e dell’Etna. Si tratta di Fattoria di Valiano nel Chianti Classico, Tenuta Moraia in Maremma, Regio Cantina in Basilicata e Torre Mora in Sicilia. La tenuta montalcinese di Villa al Cortile, in affitto da 7 anni, è stata ceduta dopo una gara competitiva con un altro player.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Nino Ferreri

Limu - Bagheria (Pa)

2) Riso cicale di mare, limone e bottarga

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2023 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search