Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 07 Febbraio 2012
di Fabrizio Carrera

di Elena Mancuso

 Addio allo scettro per lo chef pluristellato Massimo Bottura (a sinistra nella foto).

E' uno spagnolo a spodestarlo dal trono di 'miglior cuoco del mondo'. Lo ha deciso la francese Academie Internationale de la Gastronomie che ha assegnato quest'anno il riconoscimento a Joan Roca (a destra nella foto) del El Celler de Can Roca. L'anno scorso era andato appunto a Bottura. Quattro pero' gli italiani insigniti dall'istituzione parigina, tra le personalità che si sono distinte nel 2011 nell'ambito della cultura gastronomica.

Il ristorante del neo vincitore della prestigiosa classifica, aperto nel 1986, ha tre stelle michelin, ed è uno dei simboli della cucina catalana contemporanea nato negli anni novanta sulla scia delle sperimentazioni e della fama di Ferran Adrià, ma a differenza del Bulli, El Celler non è un ristorante laboratorio-vetrina aperto tre mesi l'anno ma un ristorante vero, sempre aperto, con 30 coperti fissi a pranzo e a cena.

Gestito con dedizione dai tre fratelli Roca, Joan chef, Josep sommelier, Jordi pasticcere. Una villa insospettabile in un quartiere periferico di Girona! Tutta la struttura, circa 500mq al servizio della sala triangolare da trenta coperti ricavata nel cortile-giardino interno verandato. Ambiente e accoglienza curatissimi, elegantissimo senza essere per niente affettato, salotto fumatori di 100mq con poltrone e selezione impressionante di sigari e distillati.

Tra le pietanze che si possono gustare spiccano: le brioche al vapore di tartufo e brodo di gallina; ostrica alla brace; flan di asparagi al formaggio (uno solo su tre è arrivato integro al tavolo); gamberi rossi, terra di gamberi e riduzione di gamberi (il piatto della serata); tortilla al caviale; variazione di baccalà; rombo ai capperi; agnello con pan tomate; terrina di oca e mango; cromatismo di arancia; bonbon di cioccolata e viaggio all'Avana (sigaro di cioccolato con gelato al tabacco e mohito solido). Grande e attrezzata cantina.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Savino Di Noia

Antica Cantina Forentum

Lavello (Pz)

3) Baccalà alla lucana

Sud Top Wine

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search