Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 27 Febbraio2013

In Italia si beve sempre meno e anche in Spagna.

Ecco i dati definitivi sul consumo procapite di vino nel mondo.  In testa c'è invece  la Francia. Sono scesi dagli oltre 40 litri consumati nel nostro Paese ai 38 nel 2011. La crisi si è fatta sentire, e già lo sapevamo, niente di nuovo. Lo stacco dai cugini d’oltralpe è aumentato. Lì il mercato è più attivo, tanto che i litri a testa sono 48.2, il 27% in più dell’Italia. E’ questo lo scenario che fa riflettere. I dati sono dell’Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino ancora relativi al 2009 ma l’interpretazione è quella di Marco Baccaglio curatore del Blog I Numeri del Vino, che ha provato a fare delle stime considerando gli ultimi due anni. Per il critico delle statistiche sul mondo enologico, la Francia sta dimostrando un modello di consumo che non esiste altrove. Non va meglio per la Spagna che ha perso quota nella classifica dell'Oiv, la troviamo alla quindicesima posizione. I litri da 25, registrati nel 2009, sarebbero addirittura scesi a 22 nel 2011. 
 
La curva di consumi è stata calante a tutte le latitudini dopo lo scoppio della crisi. E un po’ di apprensione, alle cantine di mezzo mondo, l’hanno messa i trend dei grandi mercati di riferimento. Nel 2007, negli Usa, si bevevano circa 9,2 litri a testa ma, dopo il 2009, il livello si è attestato sugli 8,9. Una ripresa, come ci dicono le ultime statistiche, sembra comunque esserci. In Inghilterra si è rimasti fermi ai 20,5 anche nel 2011. Poi fa capolino, in questo scenario, la Cina. Certo, nel Paese più osservato il consumo reale  è poca cosa, un litro a testa, ma le potenzialità sono da capogiro. In termini di volumi, ricordiamo, è il quinto mercato. 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Massimo Quacquarelli

Ristorante Corteinfiore

Trani

2) Medaglioni di rombo con patata e cicoriella, funghi cardoncelli e pomodorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search