Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Scenari il 21 Gennaio2014

La sostenibilità della viticoltura si realizza dalla collaborazione fra produttori, tecnici e ricercatori. E la Sicilia da questo punto di vista è un po’ indietro.

E’ quanto è emerso nei giorni scorsi a Trapani nel corso dell’incontro “Gestione sostenibile della filiera vitivinicola” organizzato dall’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Trapani.
 
Al momento dei saluti Giuseppe Pellegrino, Presidente dell’Ordine, e Giuseppe Pace, Presidente della CCIAA di Trapani che ha ospitato il convegno, si sono trovati d’accordo nel “fare sistema” per far crescere il territorio.


     Felice Capraro, Tanino Santangelo, Giuseppe Pace, Giuseppe Pellegrino,
Vittorio Rossi, Giacomo Vigo 

La maturata consapevolezza che un buon vino si fa prima in vigna e poi in cantina, ha orientato la ricerca scientifica verso la messa a punto di tecnologie che possano supportare il viticoltore nelle scelte agronomiche più idonee e più efficaci in un paradigma di gestione sostenibile del vigneto. Quando si parla di viticoltura sostenibile, si fa riferimento alla cosiddetta viticoltura di precisione che può essere definita come un insieme di tecnologie e conoscenze che consentono il monitoraggio della variabilità vegeto-produttiva delle piantee la definizione di strategie d’intervento mirate.
“Le tecnologie utilizzate dalla viticoltura di precisione riguardano i sistemi di monitoraggio ‘remote e proximal sensing’, ossia strumenti capaci di acquisire dati da satellite (remote sensing) o da vigneto (proximal sensing), restituendo informazioni utili per la gestione delle attività del ciclo produttivo” ha spiegatoTanino Santangelo, ricercatore del Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali dell’Università degli Studi di Palermo. “In conclusione – ha aggiunto il ricercatore – si tratta di strumenti innovativi per l’efficienza aziendale e la sostenibilità della viticoltura, integrabili con tutti i sistemi avanzati, come reti WSN, modelli previsionali, reti neurali, ecc., che tuttavia non esimono da controlli in campo e dall’esperienza del tecnico aziendale e sono più facilmente applicabili da strutture cooperative, consorzi ed enti pubblici”.
 
Perché un'agricoltura possa essere definita sostenibile, secondo l'Ocse, occorrono tre requisiti: la produzione di un reddito equo per l'agricoltore; la tutela della salute degli operatori agricoli e dei consumatori; la conservazione nel tempo delle risorse ambientali e della fertilità del suolo. “Dunque – ha affermato Felice Capraro,dirigente dell’Istituto Regionale del Vino e dell’Olio di Sicilia – si tratta di una sostenibilità che deve essere, al contempo, economica, sociale e ambientale”.

Proseguendo nella sua relazione, il dirigente dell’Irvos si è soffermato sulla viticoltura sostenibile, dicendo che nel vigneto bisogna fare solo quel che serve nel rispetto della pianta, del suolo, dell’acqua, del paesaggio, ma anche dei lavoratori e dei consumatori. ”Una vigna sostenibile – ha spiegato Capraro – si identifica principalmente nella viticoltura di precisione, nelle energie rinnovabili, nel risparmio dell’acqua, nella riduzione delle lavorazioni, delle concimazioni e dell’utilizzo di agrofarmaci, nel controllo dell’erosione, nel rispetto della topografia dei suoli, nell’inerbimento degli spazi interfilari e nella realizzazione di fasce verdi per la conservazione della biodiversità”. Alla luce di quanto detto, le nuove tendenze della viticoltura – ha aggiunto il dirigente – riguardano pertanto la sostenibilità economica, ambientale e sociale, la multifunzionalità del paesaggio viticolo, la viticoltura di precisione, i marchi di eco-compatibilità e le alleanze tra produttori e consumatori. Mentre i bisogni della filiera sono l’innovazione, la formazione, la comunicazione ed il fare sistema.
 
A chiusura dei lavori, Vittorio Rossi, docente presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, ha illustrato le potenzialità di Vite.net®: un servizio diweb assistanceper la sostenibilità in vigneto.
 
“La viticoltura di precisione è una tecnologia già matura in altri paesi e regioni italiane, mentre è ancora poco presente in Sicilia, dove le barriere alla sua diffusione sono sostanzialmente di carattere sociale e culturale; spetta dunque al tecnico agronomo il compito di trasferire nella vigna siciliana questa innovazione” ne è convinto Pietro Catania, docente presso il Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali dell’Università degli Studi di Palermo che con il suo intervento ha animato il dibattito conclusivo.
 
Lorella Di Giovanni

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Carmine di Donna

www.carminedidonna.it

3) Bignè con croccante e crema pasticcera

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search