Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Taormina Gourmet 2021 il 24 Ottobre2021
ph Vincenzo Ganci

Finamente è arrivato il momento che tutti i “roselover” stavano aspettando.

Dopo anni in cui, ingiustamente, i vini rosati sono stati snobbati, adesso riescono ad avere la giusta attenzione e, anche i vini siciliani riescono ad avere il giusto appeal su un pubblico non solo femminile e giovane come erroneamente si tende a credere ma senza distinzione di genere nè di età. Cambiano le varietà di uve, cambiano le vinificazioni, cambiano i territori ma tutta l’Italia è pronta a scommettere su una tipologia di vino di grande piacevolezza, bevibilità e, soprattutto, versatilità. A Taormina Gourmet una grande masterclass dedicata ai rosati siciliani che ha consentito, attraverso la degustazione di alcune etichette delle cantine più rappresentative dell’Isola, una interessante panoramica condotta dal nostro Federico Latteri insieme alla giornalista e grande esperta di rosati Adele Elisabetta Granieri. Queste le etichette degustate:

Fushà 2020 – Baglio di Pianetto. Spumante Metodo Charmat
AI rosa tenue nel calice, offre all’olfatto gentili note floreali di piccoli frutti rossi. In bocca il sorso è cremoso, fresco e pulito. Ottimo sulla pizza.

Sicilia Nocera Brut Rosè Fin Che Venga 2016 – Cambria
Rosa provenza. Naso inetnso di frutti di bosco, melograno e viola mammola. Bocca piena dal sorso fragrante che accarezza il palato. Chiude con freschezza e persistenza.

Frarosa 2020 – Judeka
E’ proprio il caso di dire “nomen omen” perchè la rosa è, infatti, il primo dei sentori che si manifestano al naso di questo rosato dal tenue color cipria che in bocca esplode con un sorso vivace e fragrante che resta a lungo impresso al palato.

Sicilia Nero d'Avola rosato 2020 – Funaro
Una bella espressione di rosato siciliano che nel calice presenta un color cipria delicato e al naso offre note eleganti di rosa e viola mammola e sentori fruttati resi ancora più gentili da discreti buffu di talco e fiori di cotone. In bocca il sorso fresco avvolge il palato mantenendo la promessa olfattiva. Buona anche la persistenza.

Etna Rosato 2020 – Alta Mora-Cusumano
Ciliegia, mora e melograno sono I tratti salienti di questo rosato targato Cusumano che ad un colore rosa tenue oppone sentori molto vividi di fiori e frutti rossi e un sorso pieno e carnoso in grado di reggere “ a tutto pasto” anche pietanze complesse come pesci in guazzetto o carni con intingoli. Ottimo su pizza e pasta al pomodoro.

Etna Rosato Mofete 2020 – Palmento Costanzo
Non le manda a dire questo rosato brioso e vivace, dal colore rosa cipria scarico ma dal naso complesso e carico di note floreali e fruttate. Il sorso poi è davvero una coccola per il palato che ne resta piacevolmente intriso a lungo.

Etna Rosato 2020 – Cottanera
Tipicamente etneo, questo rosato rosa scarico del Vulcano ha la mineralità che rende il sorso fresco e vibrante in perfetta sintonia con un naso dal ricco bouquet floreale e di piccoli frutti rossi come gelsi e more selvatiche. Finale lungo e seducente.

Etna Rosato De Aetna 2020 – Terra Costantino
Vibra il sorso di questo rosato ricco, pieno e carnoso che trova corrispondeza in un naso complesso e sorprendente se si pensa al colore rosa tenue che si nota nel bicchiere.

Osa ! 2020 – Paolo Calì
Ha proprio osato Paolo Calì nel produrre questo rosato. A cominciare dal colore che è un bel rosa buccia di cipolla che lascia presagire un bel gioco gusto-olfattivo. Promessa mantenuta! Al naso esplode con un caleidoscopio di note di rosa canica e viola mammola, in bocca esplode con un sorso vivace e fresco che ne assicura una lunga persistenza palatale.

Perricone Rosè Costadune 2020 – Mandrarossa
Gentile ed elegante, il rosato tenue di Mandrarossa mantiene al sorso le promesse del naso ricco e complesso di sentori floreali e fruttati regalando una piacevole persistenza e finezza in chiusura con amabili sentori mandorlati.

Arusa Rosato 2020 – Vigna Nica
Un bel colore rosa carico è ciò che offre questo vino al calice, generoso all’olfatto di sentori di talco e fiori di cotone e in bocca con un sorso succoso di fragoline di bosco e di melograno. Un bel viaggio sensoriale, racchiuso in un bicchiere, che alla fine perdura al palato con grande intensità.

Sicilia Rosato C'D'C' 2020 – Baglio del Cristo di Campobello
Colore rosa carico che della rosa ha anche bei sentori che accompagnati anche da sbuffi di talco, zucchero a velo e mandorle. In bocca sorprende con un sorso di grande freschezza e sapidità che ne allungano la persistenza palatale.

Petalo Rosato di Nocera 2019 - Enza La Fauci
Rosa cerasuolo questo rosato è, in realtà, più simile ad un rosso di cui ha la complessità olfattiva ingentilita da un naso floreale con sentori di melograno e rosa canina e il sorso pieno, carnoso e succoso che avvolge il palato con grande persistenza. Difficile da dimenticare.

Manuela Zanni 

LA GALLERY (ph Vincenzo Ganci) 

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Giannico Carruggio

Cantina Gianfranco Fino

Manduria (Ta)

1) Gambero marinato

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search