Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Vinitaly 2019 il 09 Aprile2019


(Oliviero Toscani)

Oliviero Toscani, il fotografo di fama mondiale e adesso anche produttore di vini, è il solito.

Non risparmia le provocazioni e dice sempre quello che pensa. Lo ha fatto anche allo stand di Repubblica al Vinitaly, dove era ospite di un talk condotto dalla giornalista Alessandra Vitali. "Il vino del contadino fa schifo, a meno che non sia fortunato incappando in una annata buona”, ha detto Toscani per ravvivare subito l'incontro. Poi ha raccontato la sua nuova avvenutura da produttore, spiegando che il vino porta il suo nome, "perché non ho fantasia, ma in realtà io guardo fare il vino, non lo faccio in prima persona. E questo perché oggi vinificare è affare di tecnici specializzati, enologi, agronomi, tecnici della terra. Gente preparata, insomma”.

Per il fotografo “la produzione del vino sfiora l'andare contro-natura, perché significa fermare l'uva al momento giusto e gestire i processi che seguono la raccolta. Insomma, non si lascia la natura agire da sola, perché se lasci la natura libera di operare esce fuori l'aceto. Certo, non possiamo per questo sminuire il ruolo dei processi naturali, anzi; il vino resta comunque un prodotto non industrializzabile tout court, perché gli elementi naturali restano quelli che fanno, letteralmente, il bello e il cattivo tempo. E in maniera indipendente. E secondo me è più importante la luce della terra: dove c'è una buona luce, c'è un buon vino”.

E su cosa rappresenti il vino per l'Italia, il giudizio è netto: “Il vino in questo momento è il prodotto italiano più importante, e negli ultimi 30 anni è cresciuto un movimento che dovrebbe fare da modello a tutti gli altri settori industriali. Ci aiutano in questo caratteristiche uniche del Paese, perché noi abbiamo la possibilità di fare vino dalle Dolomiti all'estremo sud della Sicilia, ed è una cosa che non ha nessun altro. Abbiamo delle atavicità in fatto di vino, di vitigni e di vigneti che fa invidia a chiunque nel mondo”.

Personale il passaggio sul primo approccio con il vino: “Lo ricordo benissimo: eravamo sfollati, nel bergamasco, e la signora Maria mi dava due dita di vino rosso. Non ricordo con che frequenza, ma ricordo il sapore, l'odore di quel vino. Ed è un bellissimo ricordo”. Immancabile un finale sulla fotografia: “La fotografia è solo un mezzo per comunicare qualcosa, è la documentazione della realtà. Un po' come l'automobile, che guido per andare da qualche parte, non per il gusto di farlo. Non apprezzo il feticismo della foto in quanto foto. Chi scrive, ad esempio, non credo sia innamorato della stilografica, ma lo è del messaggio che trasmette tramite la scrittura”. (Repubblica)

C.d.G.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Luca Lacalamita

Lula pane e dessert

Trani (Bt)

2) Pane di segale

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search