Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Assaggi e Personaggi il 17 Marzo2017


(Pietro D'Agostino)

di Manuela Zanni

Si fa presto (si fa per dire) a fare cucina gourmet con ingredienti rari e usando metodi di cottura complessi e avanguardistici. Ma farlo con prodotti semplici che sono la vera espressione del territorio mantenendone intatta l'essenza è tutta un'altra storia.

Riuscirci è la sfida che lo stellato Pietro D'Agostino, già patròn de "La Capinera" a Taormina, in provincia di Messina, è deciso a vincere, a dieci anni dal riconoscimento della stella Michelin, proponendo una cucina più "easy" che punti tutto su prodotti esclusivamente made in Sicily di cui evidenziare l'eccellenza. L'antico cortile di Casa Cipolla, la storica dimora del tardo '400 nel cuore di Taormina, è stato teatro della serata in onore della nascita del ristorante "Kistè", la nuova creatura che porta la firma di D'Agostino. "Il Kistè (il cui nome in greco significa cisterna per la presenza di due cisterne di epoca romana all' interno del locale, ndr), nasce con lo scopo di rendere i sapori d' alta cucina alla portata di tutti - spiega lo chef - nella profonda convinzione che la cucina sia una storia d’amore tra gli ingredienti di cui si deve trovare il matrimonio perfetto". Ed è proprio dal grande rispetto per le materie prime che è nata anche la linea "Io D' Agostino" costituita da prodotti selezionati come un olio extravergine di Nocellara dell’Etna, due vini, un passito di Pantelleria Doc e un grillo di Marsala, tre tipologie di miele di Zafferana Etnea e una pasta, il mezzo pacchero, realizzata con grani siciliani.


La serata inaugurale, alla quale era presente anche la stampa di settore, è stata possibile anche grazie al prezioso aiuto degli chef Seby Sorbello e Giuseppe Raciti che hanno contribuito, con le loro specialità, alla preparazione dei finger da parte della brigata del Kistè. Iris salate al pistacchio, riso venere con brunoise di verdure e polpo, flan di porri con fonduta di parmigiano, crudi di pesce e poi, tra i dessert, brownie con salsa ai lamponi e menta e cannoli di cialda con ricotta, sono stati solo alcuni dei finger offerti ai numerosi intervenuti abbinati ai vini selezionati dal sommelier Salvo di Bella, come il Murgo rosè, i vini bianco, rosso e rosè Don Michele Etna Doc. Ad intrattenere gli ospiti anche l' istrionico bartender Mauro Cutuli con i suoi cocktail aromatizzati alle erbe del territorio etneo. 


(Mauro Cutuli)

"Sarà un menù ricco di sorprese, tutte da scoprire - assicura d' Agostino - piatti vivaci che mantengono lo stile essenziale, tipico della Capinera anch'essa in grande rinnovamento dopo il recente restyling dei locali, tutti rigorosamente realizzati nel pieno rispetto delle stagioni e delle tradizioni rilette, tuttavia, in chiave più disinvolta per una cucina "pret a manger".

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Caterina Ceraudo

Ristorante Dattilo

Crotone

3) Spigola, limone candito e emulsione di spigola

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search