Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Contributors

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano

Roberto Chifari

Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco

Annalucia Galeone
Federica Genovese

Clarissa Iraci

Francesca Landolina

Federico Latteri
Irene Marcianò

Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi

Clara Minissale

Fiammetta Parodi

Geraldine Pedrotti

Stefania Petrotta

Michele Pizzillo

Fabiola Pulieri
Enzo Raneri

Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita

Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione
eventi
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Numero 36 del 22/11/2007 il 22 Novembre 2007
di Emanuele Di Bella
    IL PREMIO

Lo Chardonnay Igt 2005 ha ricevuto 93 punti da Wine Spectator

Planeta nella top 100

C’è anche un vino siciliano nella "Top 100", l'ambitissima classifica mondiale che ogni anno seleziona i migliori cento vini del pianeta, stilata dalla rivista americana "Wine Spectator", considerata la "bibbia" dell'enologia mondiale. L'etichetta è lo Chardonnay Igt 2005 dell'azienda vitivinicola Planeta, piazzatosi nella cinquantesima posizione della classifica, con un punteggio di 93.
Il vino viene prodotto nei terreni dell'azienda a Menfi e Sambuca di Sicilia, nell'Agrigentino, nei vigneti di Ulmo e Dispensa. Nell'ambita "Top 100" sono undici le etichette italiane, di cui cinque toscane, in mezzo a francesi, californiane, australiane e cilene.
Alessio Planeta: "E' la terza volta per questo vino, un vino che ormai rappresenta un classico. Un’idea diversa di Sicilia, la gente non poteva immaginare un bianco del genere fatto nella nostra terra".
Secondo Wine spectator il miglio vino del mondo è Lo Chateauneuf-du-Pape 2005 prodotto da Clos del Papes. Due i vini italiani piazzati nella top ten: il Tignanello 2004 di Antinori (quarto) e il Bolgheri Superiore Ornellaia 2004 prodotto dalla Tenuta Ornellaia (settimo). Al secondo posto c’è un vino californiano: lo Chardonnay Santa Cruz Mountain Estate 2005. Mentre è ancora un vino francese, lo Chateauneuf-du-Pape 2005 di Le Vieux Donjon a conquistare il terzo.
Ecco la classifica dei primi dieci vini:

1. Chateauneuf-du-Pape '05, Clos del Papes (Francia);
2. Chardonnay Santa Cruz Mountain Estate '05, Ridge(California);
3. Chateauneuf-du-Pape '05, Le Vieux Donjon (Francia);
4. Toscana Tignanello '04, Antinori (Italia);
5. Shiraz Bellàs Garden'05, Two Hands (Australia);
6. St.-Julien '04,Château Leoville Las Cases (Francia);
7. Bolgheri Superiore Ornellaia '04, Tenuta dell’Ornellaia (Italia);
8. Shiraz Carnival of Love '06, Mollydooker (Australia);
9. Cabernet Sauvignon Napa Valley Riserve '04, Robert Mondavi (California);
10.Brut Champagne '96, Krug (Francia).

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search