Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Cosa bevo
di Emanuele Di Bella

    COSA BEVO


Dalla terra dei rossi il bianco

Arneis sapido e delicato

arneisblacb.jpgGiunta ormai alla terza generazione la famiglia Ceretto, titolare dell’omonima azienda Agricola nel territorio di Alba (CN), si distingue, come ogni langarolo che si rispetti, nella produzione dei grandi rossi a base di Nebbiolo e di Barbera; dedica però ingenti energie e investimenti anche ai vini bianchi, tra i quali spicca il Roero Arneis Blangè, derivato dall’omonimo vitigno (uno dei più antichi del Piemonte), speso snobbato dalle guide del settore ma che riscuote un enorme successo tra i consumatori.
Accattivante sin dalla bottiglia, in vetro trasparente con l’etichetta che porta la firma del compianto designer Silvio Coppola, all’esame visivo si presenta di un colore giallo paglierino carico e brillante e di grande limpidezza; l’impatto olfattivo è di notevole ampiezza, con un’iniziale prevalenza di note fruttate di pera, mela, pesca e ananas che lascia poi il passo a sentori floreali di biancospino e violetta. Molto gradevole il sapore, caratterizzato da una sapidità che si intromette nell’equilibrio tra acidità e frutto accentuandone la piacevolezza e da un sapore leggermente amaro che ricorda la mandorla, con un finale che richiama la pera e la mela.
Vino da abbinare a pesci dai sapori delicati come i filetti di sogliola al dragoncello e la spigola cucinata al vapore e insaporita con prezzemolo fresco, è ottimo anche con il classico risotto alla marinara o semplicemente come aperitivo accompagnato da tartine con spuma di tonno o di salmone. Si trova in enoteca a 12 euro.



Gaspare Mazzara

    COSA BEVO


Dalla terra dei rossi il bianco

Arneis sapido e delicato

arneisblacb.jpgGiunta ormai alla terza generazione la famiglia Ceretto, titolare dell’omonima azienda Agricola nel territorio di Alba (CN), si distingue, come ogni langarolo che si rispetti, nella produzione dei grandi rossi a base di Nebbiolo e di Barbera; dedica però ingenti energie e investimenti anche ai vini bianchi, tra i quali spicca il Roero Arneis Blangè, derivato dall’omonimo vitigno (uno dei più antichi del Piemonte), speso snobbato dalle guide del settore ma che riscuote un enorme successo tra i consumatori.
Accattivante sin dalla bottiglia, in vetro trasparente con l’etichetta che porta la firma del compianto designer Silvio Coppola, all’esame visivo si presenta di un colore giallo paglierino carico e brillante e di grande limpidezza; l’impatto olfattivo è di notevole ampiezza, con un’iniziale prevalenza di note fruttate di pera, mela, pesca e ananas che lascia poi il passo a sentori floreali di biancospino e violetta. Molto gradevole il sapore, caratterizzato da una sapidità che si intromette nell’equilibrio tra acidità e frutto accentuandone la piacevolezza e da un sapore leggermente amaro che ricorda la mandorla, con un finale che richiama la pera e la mela.
Vino da abbinare a pesci dai sapori delicati come i filetti di sogliola al dragoncello e la spigola cucinata al vapore e insaporita con prezzemolo fresco, è ottimo anche con il classico risotto alla marinara o semplicemente come aperitivo accompagnato da tartine con spuma di tonno o di salmone. Si trova in enoteca a 12 euro.



Gaspare Mazzara


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

GLI APPUNTAMENTI

LE RICETTE DEGLI CHEF

Maurizio Albarello
Trattoria Antica Torre
Barbaresco (Cn)

Stefano Mazzone

Grand Hotel Quisisana

Capri (Na)

2) Tortelli di cipolle al burro di acciughe e pecorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search